Questo sito contribuisce alla audience di

E alla fine col cerino in mano rischia di rimanere solo Mati Fernandez

Dopo un anno di prestito al Milan, il suo rientro non è stato certo caratterizzato dall’attenzione di Stefano Pioli, che non lo considera al centro del proprio progetto tattico. Però Mati Fernandez è ancora un giocatore della Fiorentina, a sei ore dalla scadenza della sessione estiva del mercato. E della Fiorentina rischia di rimanere, vista la difficoltà nel trovargli una soluzione anche a causa dell’ingaggio: l’ipotesi Bologna sembra quindi sfumata, mentre il suo agente Santisteban continua a lavorare a Milano. Il cileno ha il contratto in scadenza tra un anno e l’ipotesi di uno svincolo a parametro zero, dopo una stagione però complicata, diventa sempre più probabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Boh ? Per conto mio, al netto degli infortuni, nel 4-2-3-1, largo a sinistra, per conto mio ci pole stare.

  2. Eppure gambe torte (e parecchio) nell’attuale rosa ci può anche stare….non è il peggio.l’ingaggio?…..deve era il presidente quando lui firmava?

  3. Io Fossi in Corvino cercherei fino alle Ore 23.00 di Cederlo l’ho stesso all Bologna Calcio magari Aggiungendo pure L’Intero Cartellino di Maxi Olivera ed infine piu una Bella Parte in Soldi per prendere in Cambio a Nostro Favore il Terzino Laterale Sinistro Adam Masina Classe 1994 è L’Esterno Offensivo Federico Di Francesco Classe 1994.

    Quanto a Nenad Tomovic gli Auguro Tutto il Bene Possibile con la sua Nuova Squadra, pero prima che la Trattativa che porti il Serbo in Prestito verso il Chievo Verona diventi Ufficiale cercherei di Chiedere in Cambio il Cartellino dell Centrocampista Centrale Fabio Depaoli Classe 1997 oppure all Massimo un Opzione D’Acquisto.

  4. Mi pare che voglia fare come Iakovenko…

    Prenderà il soldi lo stesso ma credo che per un giocatore come lui sia molto deprimente finire tutte le volte in tribuna.

    Forse un pò di spirito di adattabilità sarebbe opportuno se uno vuole giocare ancora a un certo livello.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*