E ancora una volta hanno vinto loro

Con “loro” ci riferiamo al mondo dei calciatori, con procuratori annessi ovviamente, sempre più padrone della scena del calciomercato: sono ormai loro a stabilire la messa in scena o meno dei vari trasferimenti, spesso e volentieri anche con ricatti neanche troppo celati. Il caso di Joaquin ne è l’ultimo esempio, ma di casi così a giro per l’Italia e per il mondo è pieno. Quando lo spagnolo ha deciso che l’unico obiettivo della sua esistenza sarebbe stato quello di tornare al Betis la Fiorentina ha provato a giocare al muro contro muro, a minacciare lo stesso Joaquin ma alla fine si è dovuta arrendere: d’altra parte in campo ci sarebbe andato poi lo spagnolo, con la testa tutt’altro che proiettata sul discorso viola e chissà con quali drammatiche conseguenze. Hai voglia, tu società di calcio, a forzare la mano ma finirai sempre per rimetterci quando un calciatore, con la regia indispensabile dell’entourage, ti si mette contro. Ed in questo caso nel copione ci è entrato anche il ds della squadra acquirente (o forse dovremmo dire “pretendente”, viste le pretese vere e proprie del Betis), Macia, che ha atteso strategicamente gli ultimi giorni per convincere Joaquin a forzare la mano: in questo modo la Fiorentina avrebbe avuto meno tempo per attuare una strategia difensiva. E, come troppo spesso ormai accade, ha avuto ragione lui: Joaquin via, vittoria del calciatore, e Fiorentina ancora una volta beffata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. un calciatore trattenuto controvoglia sarebbe stato controproducente.
    ma se fossi stato nei della valle gli avrei detto: ” va bene, vada pure via. però pagate. se non avete i soldi ci date un giocatore”.
    in questa faccenda è l’unica mancanza che gli rimprovero.

  2. In scadenza di contratto non significa che sia lecito smettere di giocare un anno prima. Per mr Joaquin andava fatto allenare a parte e mandato in tribuna tutte le domeniche. Altro che cederlo per una milionata di euro. Vedremo in futuro le conseguenze di questo atto di debolezza. Altro che prestito di Piccini !

  3. Chi non vuol restare si levi dai cordoni…
    Abbiamo sempre maledetto la legge Bosman.
    In un calcio già inquinato non ci mancava altro
    che a comandare a spada tratta fossero iene e sciacalli!!!
    É un affronto a tutti i lavoratori che questi figuri, con la complicità
    di gentaglia (UEFA e FIFA), possano fare i …casi loro.
    Consoliamoci che ogni tanto il buon dio Eupalla li punisce,
    come sta facendo con tal Monto (che d’ora in poi chiameremo
    … Scendo).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*