E Bernardeschi può solo dire grazie a Sousa

Foto: Fornelli/Activa Foto

Per alcuni Paulo Sousa ha snaturato le qualità e le doti di Federico Bernardeschi portandolo a giocare troppo lontano dalla porta avversaria e limitandone quindi la possibilità di segnare. A nostro avviso il discorso è invece diverso: se Bernardeschi è andato agli Europei lo ha fatto, oltre che per meriti propri e per un talento naturale che gli va riconosciuto, anche grazie al tecnico portoghese. Sousa gli ha insegnato l’importanza del sacrificio, ha ampliato il suo raggio d’azione, lo ha trasformato in un giocatore che può fare almeno tre ruoli in campo. E’ vero, ha attraversato un periodo di difficoltà, coinciso con quello della Fiorentina, ma la stagione di Bernardeschi resta più che positiva anche grazie a tutto quello, convinzione compresa, che gli è stato passato dal proprio allenatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. GIOCATORE SOPRAVVALUTATO secondo me
    il prossimo campionato sicuramente fara’ la panchina

  2. Michele da Milano

    Sono d’accordo. Se Berna gioca gli Europei deve dire grazie a Sousa. Ma deve migliorare il suo atteggiamento in campo perchè per due mesi non ha strisciano palla e sembrava non gliene fregasse nulla della Fiorentina

  3. Esatto.
    Se avessimo avuto gente come Maurizio Firenze in panchina, saremmo finiti ultimi e Bernardeschi l’avremmo venduto a due euro all’etto.
    Lode a Sousa che vale 100 miseri Spalletti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*