Questo sito contribuisce alla audience di

E l’italianizzazione che fine ha fatto?

Con il ritorno di Pantaleo Corvino alla Fiorentina e il recente mercato di gennaio, sommati alle parole dello stato maggiore viola, sembrava che la società di viale Manfredo Fanti andasse incontro ad un forte processo di italianizzazione. Gli acquisti dell’ultimo mercato di gennaio infatti, parlavano chiaro e indicavano la via intrapresa dalla Fiorentina: i vari Sportiello, Saponara, Scalera e Castrovilli, sommati ai già presenti Chiesa, Bernardeschi e Astori, facevano presagire una direzione ben precisa, ma i primi sviluppi del mercato estivo indicano che la Fiorentina ha cambiato per l’ennesima volta idea.

Pantaleo Corvino ha già perfezionato tre acquisti: Vitor Hugo, brasiliano, è stato ufficializzato nella giornata di oggi, Nikola Milenkovic, serbo, è ufficiosamente un calciatore della Fiorentina, Bruno Gaspar, portoghese, è nel mirino della società dei Della Valle e i prossimi giorni in tal senso potrebbero essere importanti. Tre acquisti tutti stranieri: la volontà dell’italianizzazione sembra esser stata messa da parte, a vantaggio di profili esteri che Corvino si augura possano essere validi.  Questo perché in Italia i calciatori vengono troppo spesso strapagati, a differenza di quanto accade all’estero, motivo che potrebbe aver portato il dirigente di Vernole a cambiare la sua strategia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. Tifolamagliaviola

    Gl’italiani costano, e metà delle società minori italiane sono affiliate alla Rube … Eppoi non c’è voglia di rischiare, in B ci sono diversi giocatori che sarebbero buoni anche per la seria A … ma per il tifoso “medio” comprare un giocatore di B é una bestemmia, meglio la solita patacca estera

  2. Vi hanno informato che i giocatori italiani, a parità di valore, costano enormemente di più? Ma prendetevela con i padroni del mercato (Juve, Inter, Milan e Roma) che hanno montagne di milioni da sputtanare! Non vi rendete conto degli errori catastrofici, oltre ai milioni spesi, perpetrati dal “grande” Sabatini, re del mercato?

  3. Rimane il fatto che esiste la regola 17 liberi +4 dal vivaio +4 da altri vivai italiani + gli U21. Al momento abbiamo solo Astori, Chiesa, Bernardeschi, Sportiello e Saponara tra gli 8 vincolati. E si continua a comprare stranieri. Considerando Hugo, Gaspar e i rientri di Mati e Gilberto ci sono un sacco di vincolati da cedere e quando sei obbligato a cedere non puoi tirare sul prezzo. Impeachment per Corvino please!!

  4. È insieme all acquisto x firenze (Cuadrado), all acquisto di salah, quello di Milinkovic Savic ai giocatori di livello della campagna acquisti del gennaio 2016 e via e via. Insomma anche questa è nella stanza delle ******* che questa società ci propina regolarmente.

  5. bla bla bla..
    le uniche squadre che investono sugli italiani sono la juve…e poi l’ atalanta..
    le altre non mi pare
    i motivi sono arci noti

  6. È perche Corvino ha difficoltà con la lingua!!! Non capiscono che giocatori chiede, se pensa di pagare etc. Forse se va a comprare con l’interprete qualcosa raccatta.

  7. Ennesima BALLA dei della Valle balle……

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*