E’ l’ora di rilanciare Tatarusanu

Tatarusanu Cesena Grande

Lo scorso 30 aprile avevamo pubblicato questo articolo relativo a Tatarusanu e il suo auspicabile ritorno in campo al posto di Neto. Lo ripubblichiamo oggi perché più che mai d’attualità in questo momento.

La premessa è d’obbligo: nessuno, all’infuori dei membri dello staff tecnico e medico della Fiorentina, conosce le reali condizioni fisiche di Ciprian Tatarusanu. Dando per scontato il fatto che se va in panchina sia in grado anche di giocare, riteniamo che questo sia il momento di rilanciarlo come titolare. E questo non perché Neto non abbia fatto il suo dovere, l’abbiamo sottolineato più volte quanto sia stato professionale e professionista il portiere brasiliano, ma perché la stagione sta volgendo al termine ed è giusto che i viola valorizzino e diano fiducia a chi difenderà i pali della squadra anche l’anno prossimo, a differenza proprio di Neto che ha da tempo deciso di lasciare Firenze. In seconda battuta c’è da dire anche che la Fiorentina sta subendo caterve di gol in questa fase della stagione e un primo segnale per invertire la rotta potrebbe anche essere quello di sostituire il ‘guardiano’.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

34 commenti

  1. franko48, Tatarusanu in tutti i 5 anni di Steauaha avuto una media di 30 partite a stagione. Puoi dirmi quando era il momento per infotunio alla schiena?

  2. GASTONE I GIOCATORI SANI COSTANO

  3. I problemi alla schiena, stando a quello che scrivono gli “esperti”, il Tata se li porta dietro da diversi anni. Io non so se è migliore o peggiore di Neto, per capirlo serve vederlo all’ opera per una stagione intera con continuità, ma, da quel che traspare, sembra che il rumeno sia in grado di garantire.

  4. Ma possibile che arrivino sempre giocatori rotti o con dei problemi? Ma uno normale mai??????

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*