E menomale che non è successo due stagioni fa sennò la Fiorentina…

C’è aria di grandi cambiamenti per la Champions League, cambiamenti che dovrebbero andare in scena a partire dal triennio 2018/21. La Gazzetta dello Sport li illustra questa mattina scrivendo che i posti a favore dell’Italia potrebbero tornare ad essere quattro senza passare dal ranking. Ma c’è un punto importante e controverso da sottolineare. Alcuni club potrebbero partecipare lo stesso alla competizione, pur non avendo ottenuto il piazzamento per farlo attraverso il campionato. Per farvi capire meglio possiamo anche fare un esempio pratico. La Fiorentina è arrivata quarta nella stagione 2014/15 e teoricamente avrebbe dovuto accedere alla massima competizione europea per club. Ma con l’introduzione di un posto per meriti sportivi al suo posto si sarebbe qualificato o il Milan o l’Inter, mentre le prime tre sarebbero state quelle proposte dalla classifica. Una vera e propria beffa insomma che avrebbe sicuramente fatto arrabbiare, giustamente diciamo noi, i tifosi viola. Sempre meno merito sportivo e sempre più fatturato e bacini d’utenza. Siamo sicuri che questo sia il calcio che piace alla gente?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. C’è poco da fare, vogliono la superlega europea, e che vadino in c….

    Anche il fair play finanziario punta esplicitamente a quello favorendo esclusivamente le squadre già forti (e i fondi finanziari ma questa è un’altro aspetto).

  2. erossi@gmail.com

    Nipa55 hai perfettamente ragione ma i “meriti sportivi “sono altra cosa!!!!

  3. Rossi,
    Ti ricordo che il Napoli è ripartito dalla C 1 che la viola falli per 20/mld!!!! E che alla Lazio spalmarono 230/mld di debiti per non farla fallire e favorire l’ingresso di Lotito, che la Roma doveva strafallire sotto il peso di 300/mld di debiti e grazie al Credito Italiano e hai politicanti è sempre lì. Quindi lasciamo perdere.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*