Questo sito contribuisce alla audience di

E ora arrivano le scuse per la sera dell’Olimpico. Clamoroso: sono quelle dei tifosi viola e non di chi prende per il c…

A sorpresa, secondo il giornalista e tifoso della Fiorentina, Francesco Matteini, sono i tifosi viola gli unici a scusarsi per quanto accaduto sabato: “In un’Italia dove nessuno si scusa mai di nulla – scrive Matteini sul proprio sito personale Violaamoreefantasia.it – fa scalpore l’ammissione di aver valutato male la situazione all’Olimpico da parte del gruppo “1926” che guida il tifo in Curva Fiesole…Il testo di questo comunicato semplice, chiaro, sincero è uno schiaffo morale al silenzio del presidente del consiglio Renzi; alle insulse dichiarazioni del ministro dell’interno Alfano; ai balbettanti dinieghi circa la trattativa con gli ultras napoletani da parte di prefetto, questore e capo della digos di Roma; all’assenza dei vertici del calcio, presidente della Figc Abete in testa. I tifosi che danno l’esempio alle istituzioni di come ci si comporta di fronte al fallimento della propria strategia, mentre invece dovrebbe essere il contrario. Commettere un errore, fra l’altro in condizioni davvero critiche, è comprensibile. Prendere per il culo, come ha fatto e continua a fare chi ricostruisce gli eventi in modo artefatto, invece no”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. QUESTO E’ IL PIU’ BELL’ARTICOLO DEGLI ULTIMI 2 ANNI. rappresenta il mio stato d’animo e penso quello di tutti i tifosi-sportivi anche napoletani. Ci stando prendendo in giro, sono anni che sono al potere ma non vediamo nessun miglioramento. Renzi in questo periodo promette parecchie cose…vedremo quante verranno realizzate.
    Comunque voto Grillo, poi magari mi pentiro’

  2. Concordo con l’articolo . Anche io ieri ho fatto questa riflessione. Discutiamo pure sull’opportunità o meno di bloccare il tifo….ma il comunicato successivo mi è piaciuto per l’onestà con cui è stato scritto. BRAVI.

  3. Ragazzi dopo tre giorni la rabbia ancora c’ e’ , ho appena sentito che stasera i ……. festeggiano la coppa della camorra , mi fa ribrezzo tutto ciò ………. Il mio pensiero e che la viola e’ stata obbligata a far vincere (forse non ho scoperto l’acqua calda ma mi dovevo sfogare) i ……… . Parlano di razzismo contro i napoletani , beh!!! !!!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. Ora, per favore, non facciamo gli angioletti: CHI NON HA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA. cencio parla male di straccio: alla fine siamo tutti uguali. GIA’ IL FATTO CHE LE TIFOSERIE PARLINO FRA DI LORO PER DEFINIRE STRATEGIE E’ SCANDALOSO. IO NON MI SENTO RAPPRESENTATO DA TALUNI SOGGETTI DI FEDE ( ??) VIOLA CHE PARLANO IN TV, CHE DETTANO CONDIZIONI E CHE NEGLI ANNI PASSATI SONO STATI COINVOLTI IN SCONTRI GRAVISSIMI: LA STORIA NON SI CANCELLA. E vi do una notizia in anteprima: Della Valle lascia.

  5. lucabilly1963, da Atene, Grecia

    Io c’ero col mio figliolo. Siamo orgogliosissimi del nostro tifo Viola alla quinta generazione. Repubblica delle banane di gente che tratta colla ciurma, degli stewart aggrediti dai criminali, dei giocatori che conversano colle fogne, della federazione di pulcinella, del gruppo 1926 che non si ribella e sottosta` ai voleri di un gruppo di schiavi dei Borbone. Noi abbiamo viaggiato e sofferto come pochi allo stadio e non abbiamo mai smesso di incitare i nostri. Sempre forza viola

  6. secondo mè la lega non doveva assegnare la coppa,perchè è vero che il verdetto del campo dice Napoli ma secondo mè la partita è stata molto condizionata da fattori che con il calcio non centrano assolutamente niente e nello stesso tempo poteva dare un segnale molto importante,ma come al solito il **** stringe

  7. Gabriele la cosa scandalosa è che dopo bombe carta agli steward ai pompieri e dopo tutto quello che è successo, stasera giocano tranquillamente nel proprio stadio

  8. orgoglioso di essere un tifoso viola

  9. Viviamo proprio in un paese di *****. Io sono tornato sdegnato da Roma. Ho saputo che forse stasera i tifosi del napoli indosseranno la maglietta con scritto: “speziale libero”, giuducate un pó voi!!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*