E ora serve Rossi

Rossi Barcellona

Rossi Barcellona
Secondi a tre punti dall’Inter con quattro vittorie in cinque partite. E’ vero, il calendario ha fatto la sua parte, ma è anche vero che la Fiorentina ha saputo cogliere praticamente tutte le opportunità che le si sono presentate davanti. Per fare un ulteriore salto di qualità e togliere definitivamente le briglia a questa squadra c’è ora bisogno del signor Rossi, di nome Giuseppe, nella sua forma migliore, quello che abbiamo visto al suo arrivo a Firenze. Con quel giocatore in campo allora l’asticella e il livello della Fiorentina sale indubbiamente. Sousa lo ha fatto riposare contro il Bologna, ma con l’Inter dovrebbe esserci e una magia delle sue servirebbe come il pane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Dai ….Rossi non aver paura lotta …con noi regalaci un sogno….

  2. Se Rossi doveva giocare, ieri era la partita per farlo, contro l’Inter serve la migliore condizione atletica e tecnica degli undici in campo; insisto su Babacar, finchè lo farà giocare punta centrale, si perderà metà del suo potenziale, deve giocare insieme a Kalinic centrale e Baba che spazia sulla fascia per poi accentrarsi, inserirsi negli spazi, scambiare o andare al tiro

  3. Certamente serve Rossi. Però non lo vedo incidere come due anni fa, colpa ovviamente dell’infortunio e la conseguente paura di avere ricadute. Ma domenica deve lasciare da parte le paure e trascinarci

  4. mi auguro che Rossi ritorni il giocatore di prima ma nelle partite giocate ho visto un giocatore che ancora ha un po’ paura e si limita a passaggi scontati . E’ comprensibile dopo l’ultimo infortunio e spero che contro l’Inter abbia qualche spunto da vero campione

  5. Come non essere d’accordo con una invocazione come questa ? Però Suosa va predicando in tutte le conferenze stampa che la sua ricerca primaria è quella d’avere “un gruppo ” di buoni giocatori dove nessuno primeggi ,ma dove tutti danno,il massimo sincronicamente. In una delle prime sottolineo che la bravura di Borja metteva in crisi gli altri perché lui andava a coprire spazi lasciati liberi da chi non avendo la sua genialità non li vedeva tali. Ben venga un Rossi all’altezza delle sue reali genialità , ma confido di più ( aimè) sulla capacità di Suosa di creare una squadra e che gioca in undici .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*