Questo sito contribuisce alla audience di

E ora tocca a te

Che la convivenza abbia inizio. Amauri comincia ufficialmente la sua avventura a Firenze, giunto nella terza decade del mercato di gennaio come del resto Fiorentinanews.com ripeteva dalla fine dell’anno. Per l’italobrasiliano si tratta di “Un acquisto a titolo definitivo con un fidanzamento iniziale che serve per fare un matrimonio futuro”, come ha affermato il direttore sportivo Corvino alla sua presentazione. 65 reti in 237 presenze nel campionato italiano, poco più di 1 realizzazione ogni 4 gare (0,27), ma la possibilità fino alla fine della stagione, un intero girone di ritorno, 19 partite, per cercare di ripetere l’exploit di Parma nel secondo scorcio della passata stagione, quando è andato a segno per 7 volte su 11 (0,63), o i fasti dell’ultima stagione a Palermo, con 15 reti in 34 gare (un buon bottino anche nella prima, con 8 centri su 18), prima di approdare a suon di milioni alla Juventus, dove ha reso al di sotto delle aspettative del club e delle sue potenzialità anche per delle problematiche di carattere fisico (solo 17 reti in 71 presenze). Ad Amauri il compito di rimpinguare il magro bottino di reti fatte dalla Fiorentina, che relegano il club gigliato al 15esimo posto (più o meno come la classifica), oltre a consegnare centimetri e chilogrammi ad un attacco ‘pic indolor’, finora soffice come una piuma. Da ora in poi c’è da essere ferro. Magari già domenica contro dei colori, quelli bianconeri del Siena, che non hanno dato troppe soddisfazioni all’italobrasiliano. Dopo tanti ammiccamenti, questo fidanzamento è stato ufficializzato. Se son rose, anzi fiori (d’arancio), fioriranno.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

12 commenti

  1. io non chiamerei cose banali il decoro di un giocatore e nello stesso tempo della società
    di appartenenza..e in quanto ad accostare Amauri ad un certo Gabriel Batistuta,andrei
    piano con certi accostamenti,il primo al massimo può legare le stringhe delle scarpe di
    riserva al grandissimo BATISTUTA.

  2. Per una volta non lamentiamoci prima del tempo. Amauri può essere un giocatore importante. Speriamo che arrivi qualcun altro. e chi se ne importa di come porta i capelli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*