Questo sito contribuisce alla audience di

E pensare che a quest’ora…

Per chi piace il calcio un weekend senza pallone è probabilmente una delle cose più triste che esista, specie se si viene da una lunga estate di sosta. Tanto più che sono in molti a non capire i motivi di questa serrata, che peraltro, parere assolutamente personale, ritengo anche giusta, perché in ballo ci sono i diritti di lavoratori, atipici per carità come i calciatori, ma pur sempre lavoratori. Peccato che non si sia trovato un accordo, o a quest’ora saremmo già a commentare i primi novanta minuti, le prime valutazioni sulla Fiorentina di Mihajlovic, parte seconda, questa creatura ancora precaria che non ha sembianze ben delineate e che ha giocatori dal futuro incerto. E poi avremmo potuto vedere all’opera anche alcuni dei nuovi volti alle prese con un test molto significativo, anche se l’intenzione del tecnico serbo sarebbe stata quella di partire dando fiducia alla vecchia guardia. Invece no, tocca aspettare e ancora diversi giorni, perché il prossimo weekend non ci sarà il campionato a causa delle Nazionali. E contro il Bologna, sempre se si giocherà, non è neanche detto che gli elementi saranno gli stessi. Fino al 31 agosto del resto imperverserà il mercato…

Foto: LF/Fiorentinanews.com


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*