E poi ci sarebbe sempre quel “problemino italiano”

Passato forse un po’ in secondo piano, tra una plusvalenza ed un taglio al tetto ingaggi, è rimasto anche un problema ormai atavico nella rosa della Fiorentina: quello della scarsa presenza di italiani. Difficoltà presente ad inizio sessione e paradossalmente peggiorato alla fine, visto che è uscito Rossi senza l’arrivo di alcun calciatore nostrano; Sousa sta provando e proverà ad integrare Chiesa, per il suo indubbio talento certo ma anche per far crescere un calciatore “poco pesante” a fini regolamentari (in quanto italiano e cresciuto nel settore giovanile). Quella degli italiani è purtroppo una mancanza che la società viola si porta dietro da tempo e che in questo caso non è riuscita a risolvere, per svariati motivi: al momento della presentazione delle liste, inevitabilmente, qualcuno dovrà restare fuori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Stefano, limitati a parlare di calcio perché la tua “italianità” ti ha fatto pisciare fuori dal vaso! La famiglia Della Valle ha una fabbrica in Cina e una in Romania dove producono scarpe Hogan! Dicono che hanno operai italiani, ma in realtà hanno solo “colletti bianchi” italiani e sfruttano la manodopera locale! Pagano le tasse nel paese dove producono e per carità, le pagano anche in Italia, ma come le pago io, e te, e tutti gli altri… semplicemente in proporzione al loro reddito!
    Comprare Hogan, Nike, Adidas, ecc. non fa altro che incrementare il capitalismo, qualsiasi sia la marca, quindi, visto che non potete farne a meno, comprate il prodotto che preferite senza stare a pensare troppo dove siete nati perché l’ Italia “È GIÀ” un paese del quarto mondo! Siamo ai primi posti al mondo per evasione fiscale e ti metti a parlare di tasse pagate dai produttori italiani?! Per favore… hanno usufruito di ogni condono fiscale per pagare meno tasse e hanno usufruito di ogni scappatella legale per scappare dalla giustizia italiana, che tanto si sa, se la prende solo con la povera gente!
    Il pensiero di Cisko è giusto anche se legato solo ad un fine calcistico!
    Quindi, caro Stefano, continua a parlare di calcio e basta!

  2. Redazione sarebbe interessante da capire a mercato chiuso quanti dei giovani acquisti e portati in viola da Corvino, possano diventare giocatori cresciuti nel club (o in italia) se dovessero essere confermati almeno per per 3 stagioni qui (la cosa migliore da augurarsi). Vista la difficoltà nel far uscire giovani promettenti dal vivaio (Babacar, Bernardeschi, Chiesa e Lezzerini sono le eccezioni) e la difficoltà nel comprare giovani di qualità cresciuti in italia a prezzi concorrenziali con l’ estero, la strategia di Corvino mi è sembrata quella di “aggirare” la norma e di portare in viola giovani stranieri, con più alte possibilità di sfondare rispetto a quelli del vivaio, da far crescere in rosa. A livello di norme non è questione di italiani o non, quello che conta è che i giocatori abbiano fatto o meno 3 anni in italia prima dei 21 anni.

  3. Sisto dall'esterno

    Bravo Stefano, condivido in pieno la tua Analisi! Forza Viola!

  4. Io rimpiango sopratutto Macia che poi era lui il responsabile del settore giovanile e dico che anche grazie a lui Bernardeschi é in serie A e qualcuno offrirebbe 25 mln per lui e non 0. Quindi é una ricchezza che si godrá la prprietá.
    X capezzi pradé ha detto che la fiorentina poteva cont riscattarlo e che in tal caso vi era rinnovo di capezzi a 400 mila.
    Insomma non l hanno voluto. Ci stava controriscatto pure x piccini e tutti ma non ci vogliono puntare sui ragazzi del vivauo. Firse poi ci sta meno spazi o x i giovani di campionati esteri sotto procura degli amici degli amici .
    Non so ma su capezzi non ci ha puntato corvino

  5. Bravo CISKO. Boicottiamo le aziende che producono in Italia,che pagano le tasse in Italia e che danno lavoro agli italiani,e magari acquistiamo prodotti di aziende che fabbricano tutto all’estero oppure,come nel caso della ex Fiat,che pagano le tasse in altri Paesi europei. Facciamo perdere quote di mercato a imprenditori italiani che buttano soldi nel nostro stato e invece appoggiamo i vari imprenditori(che tra un po’ saranno la maggioranza)che non solo hanno delocalizzato la quasi totalità della produzione fuori dall’Italia,ma che hanno anche sede amministrativa e fiscale fuori dal nostro Paese,così almeno diventiamo una nazione del quarto mondo e poi non ci sarà più il problema di avere squadre di calcio forti,perché saremo impegnati a risolvere ben altri problemi. Gente ripigliatevi,il ruzzino del pallone è bellino e piace anche a me,ma qui ho letto commenti ed insulti personali da fuori di testa. Ho letto anche un cretino che inneggiava alla sommossa popolare a suon di violenza contro la proprietà colpevole di non acquistare fuoriclasse per farci stare nell’elite del calcio europeo. Gente ma se non avete neanche uno straccio di vita extra calcio,siete veramente alla frutta,siete proprio messi male,male,male e anche peggio. Mi spiace per voi. Oppure siete tutti benestanti e allora beati voi,perché scommetto che se vengono aumentate le tasse,la benzina,le bollette e vengono chiuse aziende e messo per strada migliaia di famiglie,non viene in mente a nessuno di fare una rivolta,ma ci pensano solo se viene ceduto Alonso e non viene acquistato Mammana. E siamo diventati un bel Paese da barzelletta davvero.

  6. per AceBati
    Il problema degli italiani che mancano l’ha creato il tuo stimato pradè, vedi la cessione in prestito di tutti quei giovani senza prima rinnovargli il contratto, mettendo in brache di tela la società in quanto una volta valorizzati ed essendo in scadenza di contratto chiedevano la luna per il rinnovo. ti ricordo che Pradè era il direttore sportivo anche quando ha regalato iemmello che ora è al sassuolo come altri che ci ritroveremo contro. Non a caso una volta accortosi di questo, purtroppo quando i buoni erano già scappati, i responsabil sono stati fgatti tutti fuori. se siamo a questo punto la colpa è del vecchio staff tecnico.

  7. Io non capivo il perché e sopratutto non mi piacevano modi e tempi della cacciata di Macia e anche scelta di ingaggiare ROG e come direttore generale (e fargli fare poi il mercato quando per competenze o l ‘ assumevano per marketing o magari si rivolgevano a qualche agenzia ma con incariche e dirigenti dal dopo Macia e Pradé é stato un caos).

    Cmq tornqndo a Macia lui é arrivato dopo ultimi 2 anni di Corvino dove la scelta di Sinisa che non centrava nulla con giocatori che avevi e idea di calcio e quindi prenderlo senza neanche fare il mercato adatto a lui era un suicidio e imfatti anno dopo abbiamo rischiato la b.
    Cmq negli ultimi 2 anni di corvino quello che entrava da cessione spendevo e anche con Macia solo che con lui erava quarti e non quartultimi e allora perché stravolgere tutto?

    Volevano passare a mercati chousi in attivo invece che in pari?
    X questo non hanno investito nulla dei proventi x cuadrado e Alonso? O i 18 mln fantasma x salah?
    Vogliono fare politica e quindi premiano amici e non competenza?
    Che cavolo di fastidio gli davq Macia ed era cosi assurdo fare direttore generale lui e non rogg che con il calcio non aveva nulla a che fare e si é visto qiando é andato un mese in portogallo per trattare milinko savic che si era promesso da tempo alla lazio e Pradé appena l’ ha visto almeno ci é arrivato ed ha in parte salvato la faccia come fwtto spesso in qiesti anni ( si da merito a Corvino di metterci la faccia ma a Prade non gli si può dire di essere stato meno leale ma troppo( troppo)forse perché lui si é preso tante colpe non sue e non ha fatto neanche male e che negli ultimi tempi era solo un parafulmine).
    Insomma il problema non é solo la mancanza di italiani ma di un pizzico di chiarezza e di umiltá o risoetto per i tifosi. Sono stufo.
    Vendi alonso ok ma lo fai di proposito ad aspettare ultimo giorno così da fare un mercato senza euro con solo scommesse su scommesse e spesso terze scelte tipo de maio per mancanza di soldi(alonso in partenza fuori ruolo piuttosto che uno dei nuovi centrali però numericamente come centrali siamo a posto e che solo Gonzalo e Astori danno garanzie e ok il ragazzo messicano se ci credi ma de maio se loi metti alonso .. Inutile tanto son anni che serve una cosq e ne fanno altre.
    Manca il vice pizarro. Ci stanno solo 5 mln. E cognini imoone rebic e sfop al mercato

  8. Rispetto all’ inizio dello scorso campionato sono2 in menoche é uscito anche Pasqual.
    Gli italiani erano giá pochi e cmq questa é una realtá anche di altre squadre e che cmq da noi era giá presente da temoo e che andata a peggiorare.
    Quello che stona e che proprio dalla societá / proprietá ci soni state tante parole in merito che era meglio evitare visto che poi lq realtá e che delle uniche voci prima del mercato quella che si realizza sempre é il taglio degli ingaggi (che non accontenta mai ed é un peccato che ci stava gratis sirigu gli davi 1, 5 mln e avevi almeno un italiano titolare e x 10 anni

  9. Fiorry e franco4 sono stranamente spariti.
    Volevo leggere i loro autorevoli commenti.
    Ahahahah
    Cosi come volevo – piu ardentemente – leggere le risposte (gli insulti) di tutto il sito.
    Cari servi, ormai essere leccavalle non va piu di moda.
    Vedrete che bel clima di qui a poco!!!

  10. Le Hogan fanno schifo e vengono prodotte da questi ciabattini indegni e meschini.
    Sono due validi motivi per non comprarle.
    Di scarpe belle ne esistono certamente altre.
    Iniziate a boicottarle.
    Bisogna già fare un invito al boicottaggio tramite striscione.
    Vedi che se già perdono quote di mercato a Firenze gli brucia molto piu dello stadio vuoto.
    Lo stadio deve essere strapieno invece.
    E tutti a fischiare questi mocassinati odiosi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*