Questo sito contribuisce alla audience di

E se adesso il problema della Fiorentina sono i tifosi…

I tifosi della Curva Fiesole. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Fanno ancora discutere le parole di Andrea Della Valle e Federico Bernardeschi dopo il pareggio contro il Sassuolo in merito alla contestazione dei tifosi viola che va avanti ormai da qualche settimana. Malumore che ha radici lontane e profonde (le sconfitte contro Empoli e Palermo sono solo le famose gocce che fanno traboccare il vaso). Non va dimenticato che i tifosi della Fiorentina non hanno mai fatto mancare il loro supporto nel corso della stagione e nel corso degli anni, senza purtroppo raccogliere grandi soddisfazioni. Va detto che a volte con alcuni cori si passa un po’ il segno ma l’amarezza che ha manifestato Andrea Della Valle ieri in merito anche alla stagione della sua Fiorentina è la stessa che hanno i tifosi che come valvola di sfogo hanno sempre e comunque lo stadio. La stagione dei viola è stata deprimente ma i tifosi non possono mai essere il problema di una società.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

50 commenti

  1. Sì ch'io fui sesto tra cotanto senno

    @drak
    Io ti stimo Jules Winnfield mio ma solo quando il Signore degli Eserciti in Viola ti illumina la mente e ti permette ti lanciare i tuoi strali contro l’ABOMINIO. ..ma non devi fare altrettanto contro coloro i quali non la pensano come te …essi sono tifosi Viola come noi e non devi chiederne la punizione …magari prova ad illuminargli la mente per ricondurli sulla retta via .

  2. foglionco di piano di mommio, da buona faina quale sei, sempre a caccia di pollai in cui gozzovigliare – stando attento alle tagliole – sei privo del senso dell’umorismo… nero. Singolare, dato che sei faina adepta delle arti nere del Cgnigni. Ma anche LUI, l’ABOMINIO, ha problemi con l’umorismo… nero. E’ l’unico ambito nero in cui sia debole. Ti capisco, tu lo ami, il COGNIGNI NIGREDO, per affinità, ma io NO, e per questi gratuiti, e anche un pò idioti, attacchi ad personam in mancanza di argomenti seri e in assenza constatata di senso dell’umorismo… nero, ti ribatezzo FOGLION-COGNIGNI, questa sarà da oggi il tuo nome, presso di me. COGNIGNI OUT! FOGLION-COGNIGNI alla tagliola! Con le tue conoscenze di schifezze chimiche, dai una mano al Cognigni, fallo smettere di soffrire…

  3. Deo hai scritto delle saCrosante verità

    Secondo la legge imposta dai dellavalle
    Guai a chi pensa distintamente da loro
    Ciabattini é finito il vostro tempo tornate a casette D ete con i vostri leccavalle

  4. direzione, ma quanto tempo ancora terrete questo articolo faziosetto in prima pagina? per quanto tempo ancora volete aizzare e fomentare i contestatori? e meno male che secondo voi io non dico la verità… a me dovete spiegare dove è la vostra imparzialità che osannate tanto, se mettete un articolo chiaramente dalla parte dei contestatori e contro i dv, tutti i giorni in prima pagina. o questo secondo voi è un modo di fare giornalismo serio? che schifo

  5. La colpa e’ per legge dell allenatore,nel secondo comma c e’ scritto che i clienti devono solo applaudire e dire si come l allenatore.Nel terzo comma c e’ scritto che qui il cliente ha solo ragione se la pensa come i DV…..insomma ADV non vuole essere infastidito o offeso,senno’ si amareggia e le sue vestali iniziano a infamare chi non e’ prono alla dirigenza

  6. il foglionco di piano di mommio

    Bene,anche oggi il Drak ha avuto le sue orette d’aria sputasentenze dall’offesa facile ,ora riportatelo in camera e aumentate la dose di adoperidolo

  7. Mi pesa dirlo ma non possiamo nascondercelo. In piazze come Roma e Firenze il problema siamo noi tifosi. Viviamo di ricordi più o meno lontani e di egocentrismo. La verità è che, purtroppo, il calcio da 20 anni a questa a parte è cambiato e che a vincere in Italia come in Europa saranno sempre le stesse squadre. Che poi non è neppure tanto vero: anche prima accadeva che le Fiorentina, i Torino, i Verona e le Sampdoria arrivavano una volta ogni morte di papa. Ecco, io dico che bisogna divertici e sperare che prima o poi torni il nostro turno.

  8. Personalmente non sono più un problema per la società. Non vado più allo stadio, mi hanno tolto la voglia e l’entusiasmo, finchè resteranno i Della Valle da me non prenderanno più un euro. La miglior contestazione è l’assenza, se uno spettacolo non è degno, basta non andare a guardarlo, forse così, si accorgerebbero, i signori, che quello che offrono non è all’altezza e, ma qui siamo al sogno, potrebbero iniziare a fare un po’ di autocritica e di chiarezza.

  9. Sì ch'io fui sesto tra cotanto senno

    @drak
    Il Signore degli Eserciti in Viola ha già perdonato il suo profeta per la dimenticanza. Egli sa chi punire .

  10. Ah… no, lì non c’è, c’è nel commento delle 19:53 di stasera. Banale qui pro quo. Confusione delle lingue e dei commenti da parte mia. Ero momentaneamente sconnesso dal Signore. Grande è il Nome del Signore degli Eserciti in Viola! Solo Lui è il Signore, il Verace, il Mai Menzognero. Diffidate dei falsi profeti, si manifestano nelle forme che ho descritto in forma di singolari creature, ma il Signore degli Eserciti li vede, è sempre alla loro porta, ma solo Lui sa quando entrerà e colpirà. Lodate il Suo Nome, Grande è il Suo Nome!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*