E se davate retta a Guerini…ecco la storia di un rimpianto di mercato

Guerini Stadio

Tutti noi abbiamo ancora negli occhi la bella prestazione, specialmente nel primo tempo, in Fiorentina-Atalanta di Andrea Conti. L’esterno nerazzurro non è però un nome sconosciuto all’interno della società viola, né tantomeno una sorpresa. Per i viola l’ha seguito in diverse circostanze l’ex club manager, Vincenzo Guerini, che lo aveva segnalato a chi di dovere, diverso tempo fa. “Un talento del futuro” così era stato descritto, ma la società ha deciso di fare altre scelte al riguardo: un rimpianto perché sulle fasce la Fiorentina fa molta fatica e, da quando se n’è andato Joaquin, non è riuscita più a ritrovare un giocatore che facesse l’uno contro uno con continuità ed efficacia, creando quella indispensabile superiorità numerica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. lucabilly1963, da Atene, Grecia

    C’e` un gran rifrullo di soldi intorno alla compravendita di giocatori. Guarda caso che i vivai non vanno avanti in Italia e che noi che di vivaio siamo sempre stati di prim’ordine, negli ultimi anni e con Corvino s’e` fatto di tutto per svuotarli di talenti. Tutto questa merce jugoslava (connotazione geografica) e argentina porta a fare un sacco di soldi fra squadre, societa` e procuratori/agenti. Tornando a Guerini, m’e` dispiaciuto vederlo partire perche’ e` un viola vero. Con l’avvento di Corvino II, non c’e` spazio per nessuno e quindi anche certe figure societarie vengono meno. Torno a dire che il problema resta la proprieta` che dall’ultimo Prandelli a Montella ha mostrato disinteresse e sicuramente mancanza di volonta` di vincere perche’ ci siamo andati vicino piu’ volte. Quello mosse tipiche di una societa` che vuol fare il salto di qualita` non ci sono mai state e se non vendono, allora aspettano lo stadio con l’augurio che si possano empire la pancia prima possibile per spendere davvero. I tempi che lo stadio era sempre pieno, era un fortino e in trasferta s’era sempre tanti, sono andati, grazie ai DV. Sempre forza Viola

  2. Io aggiungerei anche “quelli boni o dimorto boni” del settore giovanile che sono stati fatti andar via e poi dalle altre parti hanno iniziato a giocar bene e a dimostrare il loro valore ( vede Gollini, Iemmello ed altri). Aspettando che magari i vari Capezzi Fazzi e tutti gli ultimi giovani fatti andar via per un tozzo di pane non inizino a fare i fenomeni con tanti rimpianti da parte nostra.

  3. ROBERTO NOVOLI

    Concordo con Fracazzo da Velletri. Come mai il nostro settore giovanile, al di là degli strobbazzamenti di stampa amichevole, non è così rinomato? L’Atalanta lancia in serie a almeno un paio di giovani l’anno. Noi siamo fermi a Bernardeschi da tre anni. Occorre fare una SERIA inchiesta sul settore giovanile viola, su chi lo manda avanti, sui tecnici impiegati, sugli staff utilizzati, sulla scelta dei ragazzi, per capire cosa c’è che non va: non si vince mai niente e si lancia un giovane ogni tre anni. Mi sembra parecchio poco. E a voi?

  4. Fracazzo da Velletri

    Con i giocatori italiani non si mangia come si mangia con gli ic!!!!!quante volte lo debbo dire! !!!!
    Comunque è assurdo che il nostro settore giovanile sia in mano a certi personaggi uomini di fiducia di Corvino e sicuramente costi molto più di quello dell’Atalanta e noi si vada a chiedere giovani (baselli,grassi? Sportiello, conti )alla Dea!!!qualcosa non torna! !!!compriamo tutto il settore giovanile della Dea o permutiamolo con il nostro!!

  5. Conti sarebbe costato molto meno di quanto soeso oer Diks più Dragowski che per ora si sono dimostrati perfettamente inutili. Se poi si conteggia la spesa per il prestito di quell’altro fenomeno di Toledo, abbiamo chiaro in che mani siamo finiti.
    ….e per ora non mi sbilancio su Hagi………i

  6. Avrebbe trovato comunque lo spazio che stanno trovando Chiesa e Hagi.

  7. Si vabbè hahahahahaha
    Con quel “lo aveva segnalato a chi di dovere” vi riferite a Sousa?
    Peccato che Sousa non ha mai deciso nulla de mercato. Questa politica di scaricare SEMPRE E SOLO le colpe all allenatore hanno stufato!
    Mai riusciremo ad avere un tecnico decente e quando se ne andrà (GIUSTAMENTE) glo verranno date tutte le colpe possibili e immaginabili e farete articoli sulle sue sconfitte Professionali.
    Peccato che i vari Montella, Mihajlovic e pure Prandelli abbiano avuto ragione e si sono ripresi parecchie rivincite con il tempo contro la società.
    Siamo una società provinciale soprattutto da queste piccolezze.
    Sousa non si occupa di mercato. Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*