E se la “saudade” di Joaquin fosse stata indotta… dalla Fiorentina?

Il dubbio che assilla un po’ tutti è se la voglia di Betis da parte di Joaquin fosse sorta già tempo fa, con la consapevolezza della Fiorentina, o se sia invece questione delle ultime ore. Questa è poi la chiave per acclarare di chi sia la responsabilità vera e propria in questa ennesima telenovela. In tal senso il Corrierespione.it rivela di come fosse stata proprio la società viola a mettere Joaquin sul banco dei cedibili, non più di quattro settimane fa. Insieme a lui anche Ilicic, prima che invece Sousa li bloccasse (ma aveva fatto lo stesso anche con Savic…). Nel frattempo però al suo agente sarebbe stato detto di trovare un acquirente per Joaquin e da qui poi l’idea di anticipare il ritorno al Betis. Chiaro che se così stessero davvero le cose la dirigenza viola tornerebbe nuovamente sul banco degli imputati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

69 commenti

  1. Franco4 stai prendendo un abbaglio io scrivo solo sù questo sito.Non ho altro tempo con il lavoro che faccio di scrivere da altre parte 6 notte alla settimana trasporto giornali da bologna-ancona e faccio il padroncino se non lavoro niente incasso.Non ho la cassa integrazione….Se il mio nome ti resta antipatico fai come faccio io che mi faccio i c…i miei..

  2. Ritengo che ormai siamo tutti sul mercato,per la società viola, cioè anche i tifosi.

  3. Vedi caro Mauro il tuo nome mi sta antipatico perche mi ricorda il gobbo della Juve. Il mio post la redazione me lo ha tagliato in parte, ma io ti leggo anche su altri siti dove sei puntualmente sbeffeggiato dai veri tifosi viola. Certo che sono un servo, il servo della mia Viola e sopratutto ho rispetto per chi la manda avanti. Voi, comprese tutte le redazioni fiorentine siete contro chi sta al comando e siete voi il male peggiore della Viola.
    Caro Franco, ti sbagli di grosso. Noi non siamo proprio contro nessuno, toglietevelo dalla testa. Redazione

  4. Mai visto così tante risposte ai vari commenti. Coda di paglia? Ho come l’impressione che l’abbiate fatta fuori dal vaso. Comunque vi auguro di avere sempre più seguaci, in fin dei conti teniamo tutti famiglia.
    Caro Ezio, non abbiamo la coda di paglia, ma quando chi commenta scrive cose inesatte, rispondiamo. Compreso te come vedi. Un saluto Redazione

  5. Ora non si può cedere. Serve per domenica e deve farsi trovare pronto e dare il massimo. Certamente questa cosa poteva e doveva essere risolta molto prima.

  6. Mario Faccenda

    Lui come Ilicic sono sul mercato. Ma aspettiamo a trarre conclusioni, aspettiamo la fine. FV

  7. Appunto Vale 74,hai detto bene. Joaquin è un calciatore di 34 anni suonati,che potrebbe farci comodo,ma potrebbe anche scoppiare dopo due mesi dall’inizio della stagione (in fondo lui non fa il Pirlo o il Pizarro,lui deve correre su e giù per la fascia e restare lucido nei pressi dell’area avversaria). E poi? Cosa farebbe Sousa se a ottobre nonno Joaquin(senza offesa perché lui a me piace) fosse arrivato al capolinea e per tenere lui di forza(magari con un nuovo contratto di due anni)non abbiamo preso nessuno altro in quel ruolo? A quel punto cosa gli imputeresti alla società,il,fatto che doveva tenere Joaquin di forza,e poi prendere anche un altro per non rischiare in caso lui scoppiasse,e magari anche un terzo esterno in caso di infortunio? E poi magari chiediamo una deroga ai 25 calciatori permessi nella rosa (di cui solo 17 provenienti non da vivai italiani)? O ringiovaniscono la rosa,oppure tenevano e rinnovavano i vecchi perché più esperti,ed il prossimo anno si doveva cambiare venti calciatori. Fai te.

  8. CARO franco4 io non ti ho offeso se cerchi qualcosa non ho problemi mandami la mail x redazione e ci mettiamo d’accordo,sono tifoso viola e in + liverpool da questo penso che non sia un gobbo.Te forse sei un servo e cosi resterai.Ora non ho + tempo di parlare inizio a caricare il corriere dello sport-stadio da bo-an..auguri servo….

  9. A certo che la Fiorentina può dormire sonno tranquilli con tutti questi tifosi fantasiosi, c’è solo da vergognarsi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*