E Sousa si inca..ò con Tatarusanu!

E’ molto bello seguire la partita di Paulo Sousa. L’allenatore della Fiorentina ci sente moltissimo in campo: urla, si agita, talvolta grida e s’inca… pure. E questo può succedere anche quando la sua squadra è in vantaggio per 2-0 a dieci minuti dalla fine. Nel mirino del tecnico ci è finito il portiere Ciprian Tatarusanu quando non ha buttato fuori la palla per permettere la sostituzione di Astori, infortunato, con Tomovic, lasciando di fatto la Fiorentina a giocare per qualche altro istante in dieci contro undici (anche perché i veronesi non hanno certo fatto sconti e hanno cercato di andare in porta). Niente va lasciato al caso in Serie A e questo Sousa lo sa: sono i dettagli molte volte a fare la differenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Peccato che nella partita contro la Roma non si sia accorto della prateria lasciata a disposizione di Gervinho. Avesse lanciato qualche urlaccio anche in quella occasione forse il risultato sarebbe stato diverso.

  2. marcolucania1973

    È uno “cazzuto”, uno tosto insomma, caratteristica tipica dei grandi allenatori. È uno che bada poco all’aspetto e molto, anzi moltissimo alla sostanza !
    Come allenatore e’ partito non da zero, ma da sotto zero. Ha fatto una gavetta lunga, molto lunga. E si vede che si rende conto di non essere assolutamente arrivato. Ha classe (l’aveva anche da calciatore !), ha umiltà, ha passione (tantissima !) ed è’ una persona seria, direi tutta d’un pezzo ! Insomma, fate voi ……..
    IO LO BLINDEREI !!!

  3. onora il padre

    Credo che Sousa abbia le qualita’ professionali, tecniche e umane per diventare realmente un manager alla Ferguson. E se fosse lui a dettare le linee guida del mercato forse potremmo salutare qualche dirigente del quale non sentiremmo la mancanza.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*