E un “bel pezzo” di Fiorentina se ne va in semifinale di Champions

La due giorni di Champions ha emesso il suo verdetto: in semifinale se la vedranno Juventus, Monaco e le due madridiste Atletico e Real. Ma ci sarà idealmente anche un pezzo di Fiorentina, di quella che arrivò molto vicino ad alzare un trofeo sotto la guida di Montella, tra il 2014 e il 2015: a cavallo di quelle stagioni ci furono una finale e una semifinale di Coppa Italia ed una semifinale di Europa League. Protagonisti, tra gli altri, erano anche i vari Neto, Cuadrado e Savic: tutti tra le prime quattro della massima competizione europea per club, a rappresentare Juve e Atletico. Testimonianza di quanto valesse quella Fiorentina e di quanto purtroppo è stata depauperata dal punto di vista tecnico nelle ultime due stagioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 commenti

  1. La stessa cosa sta succedendo von Gonzalo.

  2. Comunque vorrei ricordare che anche Neto,Savic,Cuadrado erano considerati sopravvalutati dai cosiddetti intenditori da tastiera come pure Alonso e Badelj

  3. Mi irritava abbastanza leggere che cuadrado e savic erano brocchi sopravvalutati e cosi salah perché avrebbero fatto come Melo, erano capaci solo qua e sopravvalutati.
    X 6 mesi di panca era considerato un brocco Cuadrado nonostante quanto fatto a firenze e nella nazionale in 3 anni. Dopo 6 mesi in premier Nella juve ha dimostrato subito di essere un campione e se lo sono tenuti stretti ed é titolare fisso nonostante loro a destra non hanno tomovic o altri fuori ruolo ma dani alves e un certo nazionale svizzero che ora é spesso in panchina visto che lui é forte ma Cuadrado é un campione. Si può dire quello che vuole sulla vespa ma e forte altro che

  4. Continua…

    Nel 2013 furono fatti errori fatali…
    Ok l’acquisto GRATIS di ALONSO, di JOAQUIN a 2.5 milioni di €, il ritorno di VARGAS e l’acquisto di metà cartellino CUADRADO.

    Però al di là di quello che pensano i tifosi il DIRIGENTE SPORTIVO devi usare la testa in primis e poi il cuore!

    Non puoi “rischiare” di essere “quasi obbligato” ad acquistare un giocatore se non hai fiducia massima in quest’ultimo!

    VIVIANO e MIGLIACCIO non convinsero, così la Fiorentina “fu obbligata” ad acquistare ILICIC alla cifra pattuita per questi due!
    Allo stesso tempo nel corso dell’anno la Fiorentina non rinnovò a LJAJIC così fu costretta a svenderlo!
    Poi l’acquisto inutile di IAKOVENKO?
    NETO che fu promosso a TITOLARE ma senza rinnovo di contratto?
    I 5 milioni di € spesi per REBIC?
    CUADRADO che fu riscattato solo metà cartellino invece di provare a prenderlo tutto subito a meno?

    Infine la ciliegina sulla torta…
    Cedi un calciatore di 24 anni, semi-rotto a 30 milioni di € (Jovetic) e ti vai a comprare un giocatore di livello internazionale, 28 anni, più rotto di lui a 20 milioni di € con il doppio dell’ingaggio rispetto al precedente (Gomez).

    Da tifoso ero contentissimo lo ammetto, ma solo un PAZZO (considerando la nostra situazione) poteva fare una mossa del genere!!!
    Visto che avevamo speso altri 15 milioni di € per ROSSI, 26 anni, più rotto di Gomez e Jovetic.

  5. Gli ERRORI sono iniziati nel 2013…
    Dal 2012 al 2013 fu fatto un bel percorso poi ci fu il “BLOCCO”…

    Nell’estate 2012 la Fiorentina portò “GRATIS” a Firenze: RONCAGLIA, SAVIC (affare NASTASIC), PIZARRO, AQUILANI, TONI, ecc.
    Spese 11 milioni di € per BORJA VALERO, MATI FERNANDEZ e GONZALO RODRIGUEZ.
    Fu preso in prestito ad 1 milione di € CUADRADO con diritto di riscatto metà cartellino l’anno dopo a 6 milioni di €.
    Più il prestito con diritto/obbligo di riscatto per VIVIANO, MIGLIACCIO, LLAMA, DELLA ROCCA, ecc.

    Allo stesso tempo furono ceduti o persi MONTOLIVO (gratis), NASTASIC (16-17 milioni di € più SAVIC), BEHRAMI , GAMBERINI, CERCI, ecc.

    A Gennaio (con i soldi avanzati dall’estate) dentro VECINO, WOLSKI e ROSSI.

    Nel bene e nel male “QUASI” OTTIMO direi fin qui…

    Continua…

  6. Beh, non esageriamo, non è che si è depauperata, è sopravvissuta, senza i soldi incassati da quelle cessioni dove sarebbe ora la Fiorentina? O c’è qualcuno che pensa che i Della Valle abbiano soldi da gettare nel gabinetto a beneficio di non si sa bene cosa? Senza quelle cessioni noi in Europa neppure potremmo entrare, sarebbe stata una Fiorentina da fallimento economico, senza MEGA-ripianamenti da parte dei Della Valle, che non si chiamano Moratti, e non si occupano di petrolio, ma di scarpe e partecipazioni. Chissà dove sarebbe la Fiorentina senza quelle cessioni? Beh più o meno dove sarebbe l’Udinese senza le cessioni degli ultimi 15 anni, o dove sarebbe l’Atletico Madrid senza le cessioni intelligenti degli ultimi 10 anni: DA NESSUNA PARTE, società fallita ed estinta.

  7. A tutti i tifosi leccavalliani e esperti di plusvalenze, io penso che se la società avesse tenuto Neto, Cuadrado, Savic, Salah, Alonso forse oggi saremmo tutti più felici….

  8. bé, Neto se continuava a giocare era un gran bel portiere. Di sicuro meglio di quelli che abbiamo. Per gli altri due, c’è qualche scemo che continua a dire che quelli che vanno via da star da Firenze poi non combinano nulla. Bene, Cuadrado è diventato uno che spacca le partite e fa anche il difensore di fascia. Savic è ai quarti di Champions in una squadra che fa della difesa la sua migliore tattica di gioco….
    Se penso a cosa poteva essere la viola con questi tre più Llajic e Jovetic e Alonso…. mamma mia.

  9. Si sa, Montella aveva fatto miracoli con quella squadra….Il povero Sousa, con una squadra ben più debole, ha fatto lo stesso score del tecnico campano….Ma ormai per il popolo, ben indottrinato, il portoghese è un somaro…..

  10. Io resto della mia idea…quando hai un giocatore forte devi trattenerlo se vuoi alzare qualche trofeo, oppure lo vendi per cifre astronomiche (90 mln per Higuain) e vai a prendere giovani promesse che possono eplodere da un momento all’altro. Con Cuadrado non era stato fatto un cattivo affare se la società si fosse portata a casa anche Salah (sappiamo come è finita), avremmo fatto una buona plusvalenza e acquistato un ottimo giocatore e giovanissimo. Savic non l’avrei mai dato via. È uno dei più forti difensori d’europa. Il Cholo c’ha visto lungo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*