Ecco un piccolo vantaggio da sfruttare in questo nuovo mini-campionato

image

Sampdoria 51, Genoa 50, Fiorentina 49, Inter e Torino 48: saranno queste cinque squadre a giocarsi i due posti rimanenti per la qualificazione alle coppe europee, il quinto ed il sesto appunto. I viola hanno anche la carta grossa dell’Europa League, che comunque resta ancora molto difficoltosa da vincere, e certamente un piazzamento sotto la sesta posizione rappresenterebbe una grossa delusione. Al cospetto per altro di formazioni partite con minori ambizioni e rimaste dietro per gran parte del torneo. La squadra di Montella, che ha probabilmente il calendario più agevole delle cinque, può comunque fregiarsi di un bel vantaggio: quello degli scontri diretti. In parità solo con il Torino (doppio 1-1 e con una differenza reti analoga) e migliore delle concorrenti. Contro la Samp fu 3-1 per i blucerchiati, risultato ribaltato dal 2-0 di Firenze; doppio pari con il Genoa di Gasperini ma a Genova finì 1-1, contro lo 0-0 del “Franchi”. Due vittorie invece con l’Inter, 3-0 ed 1-0, per una Fiorentina a cui comunque basterebbe forse (e soprattutto sarebbe bastato) fare il proprio dovere, senza stare a guardare in casa d’altri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA