EIACULAZIONE PRECOCE

Activa Foto
Activa Foto

Passate le prime settimane, quelle sì veramente di difficoltà sotto il profilo del gioco, qualcosa è cambiato nella Fiorentina. Adesso, almeno a tratti, si rivede una squadra che gioca bene, che arriva pericolosamente nei pressi della porta avversaria, che crea occasioni e fa anche gol. Il problema attuale, semmai, è che questa compagine non dura molto, soffre di ‘eiaculazione precoce’ e cala di intensità, talvolta anche in maniera insensata, all’interno della stessa partita.

E’ successo a Cagliari, a Bologna e proprio contro la Sampdoria, giusto per citare i casi più eclatanti. Non facciamo a tempo a parlare di una squadra spettacolare che subito dobbiamo registrare delle difficoltà, degli errori, delle ingenuità che non le permettono di chiudere le partite e, nel caso della Samp, addirittura mettono in discussione una vittoria che dopo i primi 45 minuti sarebbe stata più che legittima.

Già, la partita coi blucerchiati. Questa è proprio un’occasione persa, l’ennesima, dopo Milan, in parte Atalanta e Crotone. Punti buttati via, davanti al tuo pubblico, che avrebbero modificato radicalmente la classifica dei viola, opportunità non prese che non fanno che confermare quanto detto prima: siamo di fronte ad un malato (la formazione di Sousa ovviamente), non grave, ma pur sempre malato. Potrà guarire prima della fine della stagione? I dubbi ci sono, perché all’origine, alla base di questa malattia c’è il nodo principale: in squadra non ci sono campioni, quei giocatori che, con la loro tecnica, con il loro intuito, con il loro genio, possono sopperire ai limiti dei giocatori buoni o normali. I sintomi si possono però attenuare. Come? Magari facendo cambi più sensati, ad esempio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Purtroppo penso siano diversi i motivi di un andamento mediocre della squadra: un gioco troppo lento e prevedibile, si continua a fare passaggi indietro e orizzontali, a volte rischiando di sbagliare e essere infilati; non esistono giocatori di fascia che saltino l’uomo e arrivino al cross, anche Tello che qualche volta lo faceva, adesso anche lui ha imparato a darla indietro, non ci sono inserimenti dei centrocampisti in area avversaria, quando capita qualche cross, la palla attraversa l’area senza maglia viola vicino…non abbiamo giocatori che sappiano tirare nella porta(su dieci tiri, uno prende lo specchio), manca il carattere di molti giocatori, non hanno mordente, cattiveria agonistica, Sousa non da un gioco veloce e imprevedibile, forse anche perchè non ha giocatori per farlo…troppi motivi che non fanno sperare bene

  2. Tifolamagliaviola

    Sicuramente ci sono diversi elementi che contribuiscono a questo momento negative. Io aggiungo che, al di là del valore tecnico, che comunque c’é, mancano quella personalità, la determinazione, che fanno di un bravo giocatore un campione. Domenica Borja, tecnicamente il giocatore piu’ rappresentativo, su assist di Chiesa, a 5 metri dalla porta prova il passaggio filtrante, la soluzione meno efficace se mancano 5 alla fine con l’area piena di difensori avversari. Dal 60esimo avevano già le face contrite di chi ha pareggiato in casa … tremendo … una situazione difficile da cambiare

  3. Società allenatore calciatori…non mi sembra che nessuna di queste componenti stia lavorando bene …la conseguenza sarà un ottavo_ decimo posto…e sarà sempre peggio dopo un altro paio di cessioni importanti già pianificata..FORZA VIOLA

  4. Si gioca male non si conclude un partita come quando la iniziamo l’allenatore non fa cambi sensati e però se si vince a Genova sia a 2 punti dal 4 posto con una rosa che onestamente al massimo può puntare dal 6 al 9 posto , parere personale questo allenatore pur sbagliando in alcuni casi sta facendo il massimo con i giocatori che ha .

  5. Analisi corretta. La squadra non è di caratura super ed i risultati sono in linea con il suo reale valore, si potevano avere due punti in più o meno, ma la sostanza non cambia. Anche con un altro allenatore non cambierebbe niente. Io me ne sono fatto una ragione così evito di farmi l sangue amaro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*