Eindhoven ’08 e Roma ’15. La Fiorentina contro il Tottenham si aggrappa a due storici precedenti

Mutu

L’1-1 in casa non è il massimo dei risultato in caso di incontri di andata e ritorno. Occorre andare a vincere in trasferta quando chi ha tutto da perdere è la squadra ospite. E’ quello che accadrà giovedì sera alla Fiorentina che dopo l’1-1 casalingo contro il Tottenham si ritroverà a giocare una gara d’assalto a Londra per portare a casa una vittoria (o un pareggio almeno di 2-2) per superare il turno. E per giunta contro un avversario sulla carta più forte. Ma ci sono due precedenti della storia recente (entrambi in Europa League, per giunta) in cui i viola sono riusciti a compiere l’impresa ribaltando l’1-1 casalingo. Il più recente è quello dello scorso anno quando la Fiorentina, dopo aver eliminato il Tottenham, si ritrovò agli ottavi di finale contro la Roma, con il ritorno da giocare allo stadio Olimpico. L’andata a Firenze terminò 1-1 mentre al ritorno i viola si imposero con un roboante 3-0 grazie alle reti di Gonzalo (costretto a battere due volte un rigore), Alonso e Basanta.
Più lontano nel tempo ma egualmente soddisfacente per i tifosi viola è stata l’impresa compiuta dalla squadra di Prandelli nel 2008 quando riuscì a imporsi 2-0 in Olanda, sul campo del PSV Eindhoven, grazie alla doppietta del Fenomeno Adrian Mutu, in una delle più belle ed emozionanti partite giocate sotto la guida dell’ex tecnico della Nazionale. Adesso toccherà al Fenomenino Bernardeschi e ai suoi compagni scrivere il terzo capitolo di queste storiche rimonte viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Non c’è due senza tre

  2. Non c’è due senza tre

  3. crederci al massimo!! si può e si deve passare!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*