Questo sito contribuisce alla audience di

Elogio alla sportività giallorossa: “Lo smutandato triste di Rossi. Ora fatevi un bel bagno in Arno”

Si intitola ‘Vendetta’, e già il titolo dell’articolo è tutto un programma, un editoriale pubblicato da Ilromanista.it dedicato alla Coppa Italia, del quale, per quello che ci riguarda, pubblichiamo le ultime righe che parlano di Delio Rossi e della sua squadra: “Come aveva osato la Fiorentina batterci in campionato Come si era permesso quello smutandato triste del Delio, da bagni fortuiti in fontana, inorgoglirsi di quello sfortunato incontro? Ecco. Ora fatevela in Arno una bella abluzione. Che noi andiamo avanti. Che abbiamo fretta di crescere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

26 commenti

  1. la verità è che per vendere i giornali ai tifosi romanisti, è necessario scrivere queste assurdità. Tutto ciò non fa altro che dimostrare la scarsa capacità intellettuale di questa povera gente. Provo solo tanta pena.

  2. Ma io dico, cosa cavolo ve ne frega di questi quattro coatti? Gente immonda, impunita, serva del potere, violenta e faziosa fino all’estremo. Non ci curiam di loro…

  3. I romanisti devono vantarsi poco su due partite hanno sbagliato approccio alla partita, la prima abbiamo vinto meritatamente la seconda è mancato solo il goal. Tanto devono giocare con la Juve, se concedono un tempo come con noi prendono una goaleada storica, regaliamogli il pallottoliere almeno contano i goal che prendono.

  4. Giusto una Lupa vi poteva allevà!!!

  5. Solamente dei MESCHINI possono fare commenti similari. Tifosi romanisti avete perso l’ultima occasione per celare la vostra immaturità e la vostra pochezza intellettuale. Solo handicappati mentali possono arroccarsi a bassezze simili.

  6. quei tre sbagli li ho visti fare tante volte a quelli più bravi di loro pertanto li giustifico tutti quello che no giustifico è il non gioco del Monto ierisera ma dopo tanto si è visto una squadra con schemi e gioco x 45 min. forza con altri giovani e se il Baba esplode cxhi sà

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*