Eppure un pizzico di magia viola c’è stata

Bernardeschi Udinese 2

Nella difficilissima serata di Monaco di ieri sera, Federico Bernardeschi ha finito per essere risucchiato dall’ondata disastrosa che ha trascinato via l’Italia e portato il successo ai tedeschi di Joakim Loew. Il talento viola è stato bocciato quasi da tutti ma era all’esordio assoluto dal primo minuto con la maglia azzurra. Il carrarese non ha avuto tante occasioni per mettersi in mostra, se non ad inizio ripresa quando ha acceso per un attimo la lampadina partendo in dribbling da centrocampo e saltando almeno tre avversari prima di venire steso da Hummels. Per il centrale del Borussia per altro, è scattato anche il giallo. Una piccola nota a margine con cui se non altro Berna può consolarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. giusto x vedere la grande magia di berna andate a vedere skill goal di bernardeschi e skill goal di wolski da 7.14 m…il confronto e’ impietoso.se berna e’ un fenomeno wolski proviene minimo dal pianeta Marte.wolski ha tecnica veramente da supereroe,visione di gioco,tiro e colpi geniali.l’unico difetto e’ il fisico gracilino.ma visto che anche un certo cruyff era gracilino ancora non riesco a capire xche’ non torna a firenze…ah e’ vero xche’ abbiamo il fenomeno berna.sfv.

  2. ancora con la storia della serata sbagliata…..riuscite a capire che bernardeschi germania o carpi non e’ in grado di stoppare un pallone in grazia di dio ? in tutto il mondo significa tecnicamente impedito….se a 22 anni non riesci a stoppare un pallone e a centrare la porta credete che fra 3 anni diventi un fenomeno? rimarra’ tecnicamente impedito.berna e’ un bravo ragazzo e un buon giocatore ma nulla piu’…sfv,

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*