Questo sito contribuisce alla audience di

Erceg raggiunge Kalinic. I due al lavoro per lasciare la Fiorentina

La delusione sul volto di Kalinic. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

La notizia dell’addio di Nikola Kalinic dal ritiro di Moena per tornare in Croazia è ormai di ieri, ma nelle ultime ore si sarebbe aggiunto un altro particolare ad un vicenda piuttosto complicata. Secondo quanto riportato da Radio Blu infatti, Tomislav Erceg, procuratore dell’attaccante della Fiorentina, sta raggiungendo il suo assistito in Croazia per discutere della strategia da portare avanti. L’intento dei due è chiaro: lasciare il club dei Della Valle per abbracciare il nuovo progetto del Milan.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

27 commenti

  1. Ahahaha ahahaha ahahaha ma quante bischerate sparate. Da stiantare.

  2. Con Prade o molto di meno di Prade avremmo avuto la coda per Valero, Bernardeschi e Kalinic.
    Con Corvino abbiamo invece gli acquirenti “Unici”.
    Vergogna!!!!!!!!

  3. Andare via da Firenze che vende anche i’ prato, non mi sembra difficile, è che i ladri Milanisti insieme ai mafiosi cinesi vogliono pagare 3€ perché grazie al comunicatino della m….. dei fratellini, tutti si son buttati sui giocatori forti e non vogliono pagare a gente che vuole intascare e chiudere bottega. Questi sono più baracconi di loro

  4. Voglio vedere se pantacollant corvino riesce a farsi intendere da zingari e gialli annessi… sto coito sbagliato fino a un anno fa lo giocava ni subbuteo il campionato italiano ora gli sta stretto I progetto…. nomade!!!

  5. La prima regola di una società è che i contratti debbono essere rispettati e questo vale per la società e per i giocatori. La rottura del contratto deve avvenire in accordo fra le parti con la parte promotrice che deve portare una proposta di vendita da sottoporre all’altra parte.
    Non basta dire VOGLIO ANDARMENE, che sia la società, che sia il giocatore occorre portare argomenti certi e verificabili.
    Kalinic ha rifiutato la vendita in Cina assai remunerativa per sè e per la società. Ora studi col suo procuratore il da farsi perchè il cerino acceso non ce l’ha Corvino ma è LUI che ha in mano un candelotto di dinamite con la miccia accesa. Un candelotto che dovrebbe spingerlo direttamente in tribuna.

  6. comunque lui non vale 30 milioni…

  7. Purtroppo si deve riconoscere che la Juve ha altro stile. Vogliono Berna chiedono il prezzo è trattano. Il Milan vuole Kalinic chiede il prezzo è fa fare le bizze al giocatore. A queste condizioni nemmeno un euro di sconto a quei zozzoni gialli.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*