Questo sito contribuisce alla audience di

Ercolini a FN: “I Della Valle non fanno niente per riaccendere l’entusiasmo di Firenze. Vedo Chiesa più di Bernardeschi e in panchina vorrei Mazzarri”

Il basket di alto livello manca a Firenze ormai da tempo quasi immemore, purtroppo: era la fine degli anni ’80, l’era di JJ Anderson e John Ebeling con la canotta della Neutro Roberts in A1. A far loro compagnia c’era anche un giovane Fabrizio Ercolini, toscano di Lucca ma legatissimo alla città del giglio e alla Fiorentina, di cui è un gran sostenitore. Fiorentinanews.com lo ha intercettato ieri sera, in occasione della gran serata di calcio e sport, targata Radio Blu.

Qual è il sentimento prevalente che si respira intorno alla Fiorentina?
“La delusione secondo me è clamorosa, non tanto per la posizione in classifica o per l’annata, perché ci sta di fare un’annata un po’ inferiore alle altre visto che ultimamente siamo sempre arrivati quarti e quinti. Ma perché mi sembra che sia calato nettamente l’entusiasmo della gente che va a vedere e perché la dirigenza non fa niente per riaccenderlo. La squadra è stata indebolita ma più che altro respira la negatività da parte dei dirigenti o del progetto che non esiste più”.

L’errore alla base della stagione è stata la conferma di Sousa in panchina?
“A me Sousa l’anno scorso piaceva molto, poi è successo quello che è successo nel mercato di gennaio, dove lui aveva ragione. Se fosse stato onesto con se stesso avrebbe dovuto dare le dimissioni perché il progetto era chiaro e lui sapeva che quest’anno sarebbe stata un’annata di questo genere. Errori ne ha fatti tanti, nei cambi spesso, e poi non ha dato la giusta grinta alla squadra, che poi ha perso o pareggiato partite che non doveva pareggiare e perdere”.

Credi ancora all’Europa?
“Da tifoso mi piacerebbe crederci però per come li vedo giocare ora non lo vedo possibile”.

Bernardeschi e Chiesa sono i tasselli da cui ripartire?
“Non saprei, il calcio cambiato, ci sono procuratori che dettano legge, dipende dal contratto che propongono e molto dipende da quanto gli verrà offerto. Più che altro mi piacerebbe che ci fosse un progetto onesto e serio da parte della dirigenza e credo che, più di Bernardeschi, sia Chiesa che potrà diventare un giocatore importante e vestire la maglia della Nazionale per i prossimi dieci anni”.

Tanti candidati per il post Sousa: qual è quello giusto?
“Non penso che Sarri con il contratto che ha possa mai venire a Firenze, Semplici secondo me dovrebbe prima allenare in Serie A. Penso che la scelta andrà su Di Francesco, anche se a me piacerebbe molto Mazzarri“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Mi spiegate una volta per tutte che cosa dovrebbe fare la dirigenza per riaccendere l’entusiasmo???? A me sembrano tutte frasi buttate li per il gusto di dire qualcosa!!!

  2. Alessandro, Toscana

    Elvis ti dico subito che questa proprietà non serve a nulla e che ha fallito, per me la peggiore della storia Viola, quando se ne andranno facci un favore te ed i leccavalle, seguite li anche voi a S. Siro così li vedrete tifare per la loro squadra del cuore, che non è la Viola!
    Via i DV da Firenze!!!!

  3. Sono d’accordo, specie sul giudizio che ha dato dei 2 giovani Viola.

  4. Nom so per riaccendere l’entusiasmo bisognerebe che i DV spendessero alla grande per vivere un’annata da leoni e poi andare dal c..o come già successo oppure programmare una crescita costante investendo sui giovani che vogliono crescere e che si leghino ai colori in maniera significativa. Per quanto mi riguarda ritengo che l’attuale proprietà, pur con errori commessi, sia quella giusta per la Fiorentina e, credo, che se lo stadio sarà fatto vedremo finalmente una crescita. Alla mia età mi piacerebbe sia andare a vedere una partita nel nuovo stadio che vivere la gioia di uno scudetto come quelli già vissuti. SFV

  5. L’entusiasmo con i Della valle ce lo possiamo scordare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*