Esperimento riuscito. Un lavoro di adattamento che parte da lontano

Sanchez pronto a passare il pallone. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Giocare difensore centrale per Carlos Sanchez non è una novità assoluta. Il colombiano aveva già rivestito il ruolo anche in passato. Ma Sousa con lui ci ha lavorato ancora e molto per cercare di renderlo più efficace anche in questa posizione. Un lavoro che parte da lontano, dunque, e che, perlomeno contro il Chievo, ha dato buoni frutti. In questo caso si può parlare di esperimento riuscito, perché l’ex Aston Villa è stato preciso e puntuale nelle chiusure ed ha concesso davvero pochissimo agli avversari.

Certo, ora c’è bisogno di qualche riprova significativa per poter dare un giudizio definitivo, ma diciamo che il primo sassolino è stato messo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Fracazzo da Velletri

    Esperimento inattendibile visto che il Chievo non ha portato attacchi rilevanti ,andrebbe visto e giudicato in una partita dove ci attaccano,personalmente lo vedo bene davanti alla difesa ,non mi sembra abbia le caratteristiche per essere il leader di una difesa!

  2. Dell’attuale Gonzalo è di gran lunga + affidabile, poi anche De Maio a me non dispiace, se vediamo che L’Atalanta gioca con 2 centrali che sono Masiello e Zukanovic e hanno mi sembra 7 o 8 punti più di noi con reti subite sempre meno di noi…….

  3. E perche’ non farlo giocare piu’ avanti cosi’ da poter proteggere la difesa visto che anche ieri si e’ visto con le ripartenze dei giocatori del Chievo abbiamo ricevuto 2 gialli e un rosso in 15 minuti?Non sarebbe piu’ sensato giocare con tre centrocampisti.Ma ho l’impressione che Sousa abbia bisogno del tuttore per capirlo

  4. ligure viola

    Mi è parso forte, veloce, tattico, per cui Gonzalo può andare. Anche De Maio ha fatto bene.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*