Europa League: Da Tete a Smolov, calciatori che hanno ben impressionato e fanno al caso della Fiorentina

Kenny Tete, difensore dell'Ajax

La giornata di Europa League di ieri ha permesso ancora una volta di mettere in risalto le qualità di tanti giocatori interessanti; ennesima buona prova di Milivojevic, il centrocampista serbo dell’Olympiakos che piace alla Fiorentina. Ecco alcuni giocatori di qualità che hanno ben impressionato e che possono fare al caso della Fiorentina:

Kenny Tete (9/19/1995) Ajax– Terzino destro, in grado di giocare anche come centrale difensivo. Molto maturo, è un difensore attento e tatticamente già molto bravo. Tampona e chiude molto bene. Grintoso e ruvido all’occorrenza.  Abile in progressione palla al piede e dotato di buona tenica. Ieri è andato in rete con un bel tiro da fuori.

Jonny Castro (3/03/1994) Celta Vigo– Ennesimo prodotto della sempre troppo sottovalutata cantera del Celta. Giocatore decisamente dinamico, è dotato di grande duttilità: pur non essendo altissimo Jonny si fa rispettare in difesa grazie ad una grande capacità di anticipo. Fa dell’atletismo uno dei suoi punti forti. Bravo nella gestione della palla, sa rendersi utile anche in costruzione. La velocità lo rende una risorsa in avanti: è quasi un’ ala aggiunta anche per la spiccata capacità a giocare con entrambi i piedi.

Youri Tielemans (7/05/1997) Anderlecht– Anche ieri in gol, con uno splendido sinistro a giro che testimonia le sue enormi qualità. Tielemans è un talento puro; entrocampista centrale, in grado di agire anche da mezzala o all’occorrenza trequartista, tecnicamente dotatissimo e perfettamente ambidestro, Tielemans ha una visione del gioco superiore alla media, che gli permette di disegnare linee di passaggio che solo un attimo prima sembravano inesistenti. Potenziale crack.

Fedor Smolov (9/02/1990) Krasnodar– Autore del gol decisivo per il pareggio del suo Krasnodar contro il Salisburgo, Smolov è una punta centrale molto mobile, capace di giocare anche in appoggio ad un’altra punta, (come fa nella Russia con Dzyuba), o più largo. Se la cava bene con entrambi i piedi e nonostante sia prestante fisicamente è anche piuttosto veloce.

Nikolaos Karelis (24/02/1992) Genk – La punta greca è un calciatore che svaria su tutto il fronte offensivo, segnando ma anche distribuendo assist. Predilige giocare come seconda punta ma non ha problemi anche come centravanti. Fisico compatto, molto rapido, ha un ottimo sinistro. Ha ancora ampi margini di miglioramento nella fase di non possesso. Ieri ha segnato il gol decisivo con un tap-in da rapace vero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Ha ragione Stefano, nn è più per noi, però mi garberebbe. Ideale in una squadra che fa possesso palla

  2. Se non venivano a giocare a Firenze nessuno li conosceva.A volte sembriamo l’Inter,basta che il calciatore respiri….e viene subito seguito.Quante volte dobbiamo leggere:questo calciatore e’ seguito,indovinate da chi? , ma dall’Inter naturalmente.

  3. Tielemans toglietelo dalla lista subito gentilmente. Già in estate valeva sui 20-25 ml, almeno voi della redazione non illudeteci è destinato alla premier united su tutti poiché già completo e noi possiamo puntare solo su potenziali campioni andarci prima di tutti e basta

  4. Ma calciatori italiani no, eeehh???? E fatela finita con gli stranieri perché questi qui sono al pari di tanti giovani italiani che giocano nelle serie inferiori!!!

  5. Youri Tielemans puo’ essere un futuro campione. Ditelo al CORVO

  6. Karelis gioca nel Genk, non nel Gent! Sono due squadre diverse. 🙂
    Grazie, corretto. Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*