Europa League: Ecco DIECI calciatori interessanti a portata di Fiorentina

Rick Karsdorp, difensore del Feyenoord
Rick Karsdorp, difensore del Feyenoord

I numerosi gironi di Europa League consentono di vedere tantissimi calciatori all’opera; tanti i ragazzi giovani che si mettono in mostra e per i quali vale la pena prendere il taccuino e annotarne il nome, magari prima che sia troppo tardi ed il prezzo lieviti. Procediamo ora con l’analisi di 10 ragazzi: giovani e di prospettiva, che potrebbero fare sicuramente al caso della Fiorentina:

Rick Karsdorp (11/02/1995) Feyenoord– Un mese fa ha debuttato con la nazionale olandese, giocando contro Bielorussia e Francia. Nel big match con i transalpini è stato il migliore in campo dei “tulipani”, fornendo una prova eccezionale. Terzino destro di ottima tecnica e fisicità, veloce e intelligente tatticamente. Molto bravo nell’assist: la scorsa stagione ha regalato ben 10 passaggi vincenti.

Timothy Castagne (5/12/1995) Genk: Cresciuto come difensore centrale, si è imposto come terzino destro, ma spesso gioca anche a sinistra. Ottimo nel gioco aereo, spinge bene e crossa altrettanto bene. Sa impostare l’azione e non va in affanno col pallone tra i piedi. Prospetto interessante.

Leander Dendoncker (15/04/1995) Anderlecht– Dendoncker è uno dei tanti gioielli del florido vivaio bianco-malva dell’Anderlecht. Gioca come mediano davanti alla difesa, dove sfrutta il suo fisico imponente per pressare e interdire, recuperando un’infinità di palloni. Tecnicamente più che discreto, grande intelligenza tattica e  spiccata personalità. All’occorrenza gioca anche come difensore centrale, così come ha fatto di recente con la nazionale belga contro l’Estonia.

Wilfred Ndidi (16/12/1996) Genk– Giocatore molto fisico, Ndidi però non è solo un mediano di rottura, è un giocatore che imposta ma che allo stesso tempo accompagna il gioco e si inserisce. Sicuramente la sua prorompente fisicità non gli permette di essere un giocatore velocissimo ma il giovane nigeriano dispone di buona corsa, resistenza e di un’ottima esplosività. Giocatore assai moderno, dotato di una buonissima tecnica e di tiro; dispone anche di una buonissima visione di gioco e cerca molto spesso la verticalizzazione.

Denis Zakaria (20/11/1996) Young Boys– Ha fatto parte della rosa della Svizzera ad Euro 2016 nonostante la giovanissima età; è il classico mediano che si va a posizionare davanti alla propria difesa fungendo da protezione al pacchetto arretrato, esaltandosi nella fase di contenimento. grande prestanza atletica, fisico imponente e muscoloso; nonostante la mole, non è un giocatore lento, anzi, ha in dote una notevole progressione palla la piede, esaltata dalla sua lunga falcata. Forte di testa, gioca in modo semplice ed efficace.

Louis Schaub (29/12/1994) Rapid Vienna– Schaub gioca come trequartista, ma non ha problemi a disimpegnarsi come ala, sia a destra che a sinistra. Perfetto per un 4-2-3-1 o un 4-3-3. Dotato di un sinistro fantastico e di un dribbling fulminante, è un calciatore molto creativo. Agile e veloce, ama accentrarsi col suo mancino per cercare la conclusione o precisi assist per i compagni.

Papa Ndiaye (27/10/1990) Osmanlispor– Non più giovanissimo, dopo aver fatto benissimo in Norvegia al Bodo è stato acquistato dal club turco. L’impatto è stato estremamente positivo e il centrocampista senegalese ha già segnato 5 reti in 11 partite. Bravo negli inserimenti, dotato di un buon tiro, è un calciatore di buona qualità, ad un prezzo contenuto.

Levin Oztunali (15/03/1996) Mainz– Cresciuto nelle giovanili dell’Amburgo, squadra della sua città natale, è poi passato dal Werder Brema e dal Leverkusen, per arrivare al Mainz. Trequartista di ottima fisicità e grande tecnica, capace di agire anche come attaccante esterno.

Dabney Dos Santos (31/07/1996) Az Alkmaar- Gioca preminentemente come trequartista, anche se viene utilizzato frequentemente come esterno d’attacco. Tecnicamente molto valido, estroso ed abile nella conduzione della palla; ha un piede destro molto “educato” che gli permette di effettuare giocate di grande qualità. Molto veloce, ha una spiccata capacità nel superare l’avversario nell’uno contro uno, creando la superiorità numerica. Ma indubbiamente il suo principale punto di forza è la sua visione di gioco periferica, che gli permette di “mandare in porta” con grande facilità i suoi compagni di squadra, soprattutto con passaggi filtranti di precisione “millimetrica”.

Jhon Cordoba (10/05/1993) Mainz– Punta centrale che fa della forza fisica e dell’atletismo le sue doti principali. Forte di testa, destro naturale, può crescere tecnicamente ma sa comunque pungere sotto porta. Nonostante la stazza, Cordoba è un calciatore molto mobile, in grado di svariare sul fronte offensivo e di dominare l’area di rigore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Ma un centrocampista da 7/8 gol?…visto che fra tutte queste mezzepunte,trequartisti,falso nueve,esterni e centrocampisti..quei pochi gol l hanno fatti in due…ma una seconda punta come TUTTI no?

  2. Almeno tre o quattro di questi ci farebbero comodo…ma noi siamo una societa’ ambiziosa solo a parole

  3. Karsdorp tanta roba, è una forza della natura! Prossimo anno finisce in premier di sicuro..

  4. Il maiale sogna la ghianda!!!!

  5. supercannabilover

    Dos Santos e’ fortissimo ma andava opzionato quando era ancora nelle palle di su’ babbo.

  6. Tifolamagliaviola

    Se son gratis si possono pigliare perchè i ciabattini non sganciano un euro, almeno fino a quando non gl’hai fatto lo stadio con ca**i e controca**I … SVEGLIA !!!!!!!!!

  7. Scusate come fanno a comprare i calciatori se Corvino non ha un 1 euro per spendere ? Possono essere utili solo a parole…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*