Fair play finanziario anche in Cina: Stop alle spese folli

L’avvento dei cinesi ha scombussolato tutto il mondo del calcio. La pioggia di milioni che si è riversata tra Europa e America ha frantumato le già fragili certezze del calciomercato e così il mercato asiatico è diventato la meta per la caccia all’oro. Ma adesso l’Amministrazione Generale dello Sport cinese dice basta: “Sarà introdotto un tetto per ingaggi e costi dei cartellini per controllare gli investimenti irrazionali e contemporaneamente sarà introdotta una supervisione delle finanze dei club per contenere i prezzi dei giocatori”. Dunque stop alle spese folli del mercato cinese, stop a contratti da 38 milioni di euro a stagione come Tevez. Anche in Cina arriva il fair play finanziario per cercare di arginare un mercato dirompente e che sembra pronto a comprare tutto il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. AceBati la serie A ha un numero di telespettatori ridicolo in Cina. Quello che guardano gli appassionati cinesi di calcio è la Premier, volendo anche la Bundesliga. La Liga già meno e la A non parliamone.
    Le partite della juve in Cina non hanno neanche gli ascolti delle sfide per non retrocedere in Premier, tanto che ormai la A tranne rarissime eccezioni neanche più viene trasmessa in diretta.
    Giochiamo di Sabato perché le televisioni vogliono quella disposizione per vendere un prodotto internazionale, non certo nell’interesse della A nel mercato asiatico perché, ripeto se non fosse chiaro, della serie A non interessa a NESSUNO.

    Non parlare poi del basket in quel modo perché non è certo il più praticato grazie ad un singolo giocatore. È uno sport che in Cina si è diffuso capillarmente in tutti gli strati sociali, da ben prima. Certi campioni sono il frutto della diffusione sportiva, non il contrario. La tua è la classica idea all’italiana malata, cioè che interessa ciò in cui si vince.
    Il calcio non ha una diffusione vasta nella cultura cinese e dunque difficilmente può arrivare ai livelli di interesse suscitati da basket e badminton.
    (Ho tralasciato volutamente il nuoto che va oltre il mero valore sportivo)
    Quindi anche se ghiotto come mercato in ampliamento il calcio cinese NON giustifica assolutamente le cifre spese per singoli calciatori, che niente apportano nel lungo periodo alla diffusione di uno sport, e lo vedrete presto.

  2. Andrea da Fano

    dichiarazione di una donna: un uomo ricco non è mai davvero brutto

  3. Il fatto e che si tratta di una proposta di legge di 2 anni fa. Che fino ad ora é rimasta tale.Bisogna vedere se entra e quando .
    Comunque proprio perché fino ad ora non é sport più popolare gli fa gola che i numeri possono solo crescere come l’ interesse x il calcio che é giá in salita credo perché prima i cinesi non erano interessati a prendersi milan o inter.. Ma sopratutto in passato la serie a non giocava mai alle 14 di sabato.
    Lo fanno ora alle volte e solo x i cinesi. X via del loro fuso.inoltre la premier x i diritti tv nn ha mai incassato tanto. Non é sport più praticato che non sono competitivi negli sport di squadra e non hanno mai avuto un vero fuoriclasse.
    Nel basket hanno avuto pochi anni fa il gigante di 3 metri e mezzo …che era diventato forse il cinese più conosciuto ma se iniziono a prendere giocatori celebri il calcio puo diventare molto seguito e poi sono tanti tanti i cinesi che quindi si parla di un bacino enorme.
    Ora in quasi tutti gli stadi europei ci stanno gli sponsor sc ritti in cinese quindi ci sará un seguito.

    Poi ovviamente trovo anche io le cifre esagerate anche percè a tevez se gli dai la metá non lo prendi o a pellé?

    Fair play forse lo metteranno ma magari dimezzano cifre che restano altissime perché ormai si son messi in testa di puntare sul calcio e lo faranno con i soldi e il mercato

  4. Se vogliono crescere devono prendere ottimi “insegnanti” di calcio. La prossima frontiera sarà il saccheggio degli istruttori dai settori giovanili.

  5. Anche perché in Cina il calcio non è certo così popolare. Quindi queste cifre non si spiegano.
    Come sport è dietro per praticanti a basket, badminton, tennis da tavolo e entro 5/6 anni sarà superato anche dal ciclismo (del quale la Cina diventerà una superpotenza entro un decennio).
    Il calcio è in Asia uno sport minore che per quanto lo si voglia sviluppare non giustifica tali esborsi per i campionati interni. Il calcio cinese dirotterà le risorse che toglieranno a queste pseudo star del calcio occidentale sul potenzionamento dei praticanti interni, primo vero passo per sviluppare uno sport.

  6. Mamma mia com’è brutto quest’uomo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*