Fascetti: “Non c’è più entusiasmo, serve un taglio netto. Non si può andare avanti così”

Foto: Fiorentinanews.com

Eugenio Fascetti, ex allenatore, a tuttomercatoweb.com parla in vista di Fiorentina-Torino, in programma questa sera alle 20.45: “I tifosi viola sono giustamente stufi. E’ tutta un’alternanza di risultati, non c’è entusiasmo, solo incertezze. Un brutto momento. Ci vuole un taglio netto e iniziare a pensare alla prossima stagione. Così non si può andare avanti. Spero intanto che stasera ci sia una reazione della squadra”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Liberiamoci dai fratelli monozidioti

    Bravo. Tagliamo i dv

  2. Fascetti ha sempre ragione. Ma che si può fare se Corvino, dopo la morte di Sousa, ha deciso di votare anche sè stesso alla morte portandosi dietro tutta la Fiorentina? Una società con la strizza. Hanno paura di tutto, dell’ambiente, della contestazione, dei tifosi, di scegliere, di decidere, di esporsi, la paura li consuma ad ogni passo. Sarebbero da abbattere tutti, in società, tranne Antognoni, che ha la sua sacralità, per farli smettere di soffrire. Con questa squadra si deve arrivare almeno sesti. Se non ci si riesce, è per mancanza di ‘cojones’, non solo da parte dei giocatori. I giocatori sono come i soldati, vanno dove li porta il Generale. I Generali. E i Generali sono Sousa, ora defunto, e Corvino, che non se la passa troppo bene. Ci sarebbe voluto Lo Monaco per guidare la compilation di pappemolli politically correct e cervelli poco fini adepti della plusvalenza che compongono il quadro societario della Fiorentina. Nel 2017 bisogna essere draghi per ottenere grandi risultati con il giro d’affari che ha la Fiorentina. Se i Della Valle avessero ancora un minimo di lucidità chiamerebbero Lo Monaco a mettere Ordine a tutti i livelli in questa società. Poi si può andare avanti anche con l’autofinanziamento e anche senza stadio. Ci pensa il drago Lo Monaco. Ma hanno una tale fifa del mondo del calcio i Della Valle che si fidano solo del pastorello Corvino. I pastorelli hanno il complesso d’inferiorità nei confronti dei padroni coi soldoni, padroni fifoni e paranoici, adepti delle partecipazioni d’elite, che tuttavia di ‘effetto alone ancora ‘turlupinano’ i pastorelli. Ma i pastorelli non possono guidare eserciti senza soldi nel 2017. Ci voglio i draghi alla Lo Monaco per farlo. Se Corvino chiude male quest’anno, non creda che per la prossima stagione si presenti vergine e col nuovo progetto in mano…. perchè sarebbe non solo adepto della necromanzia e sulla via dell’idiotismo, ma anche un pò ingenuo. I tifosi non amano i pastorelli perdenti, o sei Davide che abbatte Golia, o sei nulla, e al nulla devi tornare. Capito Corvino?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*