Questo sito contribuisce alla audience di

Fastidio sì…ma in silenzio!

DiegoDellaValleMilanZero commenti e zero parole di reazione. La Fiorentina sceglie la via del silenzio per rispondere, in maniera metaforica, alle parole di Prandelli indirizzate a Giuseppe Rossi. Ma questo non significa che in società si sia provato un certo fastidio a sentir definire Pepito come “una grossa delusione umana”. E poi i rapporti con l’ex allenatore viola sono incrinati da tempo. Diego Della Valle l’ha presa di punta fin da subito la faccenda, fin da quando c’era da rinnovare un contratto e si è arrivati alla separazione con l’ormai famoso diktat “dica che non vuole andare alla Juve“. E anche di recente DDV aveva lanciato una frecciata al selezionatore in diretta TV, facendogli capire chiaramente di aver sbagliato scelta, lasciando a casa uno dei pochi fuoriclasse del calcio italiano. E visti i risultati ottenuti in Brasile, forse aveva ragione proprio Della Valle.

Foto: LF/Fiorentinanews.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

27 commenti

  1. Vorrei chedervi ma cosa c’entra Rossi con il fallimento della nazionale in Brasile, il sig. Prandelli crede di essere furbo spostando l’attenzione su altri argomenti e per dirla tutta lui è stato il vero fallimento umano, come si dice si predica bene ma si razzola male. Complimenti ai Della Valle non merita la vostra attenzione, ciao da Cesare

  2. Caro Simo,dal momento che diventi uomo pubblico anche la tua vita privata lo diventa! Quando esprimi pensieri e valutazioni su cose e persone, aspettati che anche gli altri diano valutazioni anche su di te! Vedi dal momento che esprimo un pensiero e’ legittimo che uno sia o non sia d’accordo! Quello che e’ importante e’ che non si offenda nessuno. Poi Prandelli non e’ stato morbido nei confronti di Rossi. Insomma e’ legittimo rispondergli!!!

  3. Sig Simo non viene giudicata la vita privata ma le dichiarazioni e le azioni pubbliche!

  4. Ma come vi permettete di giudicare la vita privata di qualsiasi persona??

  5. Una persona la si giudica nel momento che esprime delle idee.Quando Prandelli era Viola non potevamo certo dire che le cose che diceva erano sbagliate! Ora non condivido le cose che sta dicendo. Sono cambiato io? Sbagliavo allora? No semplicemente dobbiamo abituarci nel non creare miti!Insomma è lui che è cambiato, Prandelli non è più quello di prima! forse era sua moglie che lo rendeva migliore!!!

  6. Fino a poco fa la vera lucidita’ mentale di Prandelli era la famiglia,moglie e due figli, la sua vita quotidiana fatta di alti e bassi ,di gioie e di dolori,di strade tortuose ed autostrade;un po’ come tutti.
    La perdita dolorosa della moglie,i figli che si sono fatti una famiglia lo hanno fatto ritrovare solo,invischiato ed infatuato in “novelle fiorentine” dalla dubbia convenienza che a forza di “tappi e colpi di testa” gli hanno tolto tranquillita’ e lucidita’.
    Ecco il povero Prandelli d’oggi.

  7. Io ho sempre stimato Prandelli ritenendolo un uomo con la testa sulle spalle e con grande moralità. Comincio a pensare di avere sbagliato, a meno che non sia avvenuto qualcosa che gli ha fatto perdere la lucidità mentale. O è vero quello che dice o non è vero. Se è vero, non riesco a capire perchè lo abbia convocato, se non è vero allora è lui veramente un poveruomo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*