Questo sito contribuisce alla audience di

Ferrara: “I cicli sono fatti di sogni, di stop e poi di ripartenze. A Firenze è tornato a battere il cuore”

Benedetto Ferrara, giornalista, ha esaminato il momento viola su La Repubblica: “I cicli sono fatti di sogni, di stop e poi di ripartenze. E noi siamo stati troppo tempo con la testa distante dal campo, a discutere dei padroni, degli errori e della propaganda. Questo perché di pallone c’era poco da dire, considerato quell’anno buttato via. Poi basta poco, come pochissimo era bastato nei primi giorni di Montella. Una squadra ricostruita da zero, esattamente come questa, anche se con investimenti e obiettivi diversi. Ma ogni film ha la sua sceneggiatura, anche se il cuore del tifoso ha sempre lo stesso codice di accesso. C’è un allenatore gentile e deciso che mette l’obiettivo davanti al suo ego, c’è una squadra giovane fatta di gente che fino a venti giorni fa magari nemmeno si conosceva di persona. I ritardi e un mercato con data di scadenza discutibile hanno costretto a una partenza impossibile. Dal secondo tempo con la Samp alla manita di Verona, a Firenze è tornato a battere il cuore e la Fiorentina è tornata ad essere attrattiva per i suoi fedeli, interessante da scoprire, da immaginare in proiezione futura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. manule da fiesole

    io non ho cambiato idea dopo una banalissima vittoria con il Verona…..torneranno i tempi duri, state tranquilli….e ricominceranno le invettive contro i DV, Gnigni, Corvino. Perchè l’obiettivo oramai con questa proprietàsono i 40 punti!

  2. Il mio cuore batterà sempre e solo per la viola,comunque per chiarlo “CICLO” devi aver raggiunto dei risultato altrimenti si parla dell’ennesima rifondazione !

  3. Il mio cuore non si e’ mai fermato. Mai.

  4. La passione non deve mancare mai. Oggi tutti al franchi per vincere.

  5. Ferrara chi? Quello che per la cessione di Borja Valero aveva malcelatamente sputato fuoco e fiamme contro “i padroni” (come li chiama lui) ? Quello che si è affrettato a sottolineare con il suo modo radical chic l’inadeguatezza di tutti e tutto alla Fiorentina? Quello che fino a 10 giorni fa lasciava capire a noi poveri inetti mentali che 40 punti fossero l’unica dimensione Viola? Se è sempre quel Ferrara lì, allora scusate mi sono sbagliato, devo aver scambiato persona prima perchè un essere umano pensante, non può essere anche così incoerente. Vaia vaia Ferrara, vai a fare l’ufficio stampa aì poero Giani e fai festa che il proprietario delle ferriere è finito nell’ottocento !!! SFV !!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*