Ferrara: “Sousa sta edificando un campionato super sulle fondamenta gettate da Montella. Gli basta andare oltre il quarto posto per migliorare trend predecessore. Se Allegri centra la sesta vittoria di fila…”

Paulo Sousa Victor Sanchez

Allenatore (disoccupato) e opinionista tv. Parliamo dell’ex difensore di Napoli e Juventus, Ciro Ferrara, che su La Gazzetta dello Sport ha parlato della prossima partita di campionato tra Juventus e Fiorentina: “Se Allegri centra la sesta vittoria di fila avrà cancellato tutte le critiche dell’avvio di stagione. Quella bufera ha temprato i suoi che adesso si esprimono con convinzione e serenità. Spesso con le squadre rinnovate non si concede il tempo necessario a lavorarci su. La Juve ha preso ottimi giocatori per sostituire i big. Giovani ma ottimi. E ora stanno venendo fuori le loro qualità. La Fiorentina? È una sorpresa ma fino a un certo punto. Sousa sta edificando un campionato super sulle fondamenta gettate da Montella. Se andrà oltre il quarto posto avrà comunque migliorato il trend del suo predecessore. Anche qui la squadra ospitante ha un lieve vantaggio psicologico poiché l’impegno di Champions è utile se lo si vince ma non può produrre disastri se lo si perde. La Viola invece deve stare attenta al risultato: se giovedì il Belenenses facesse lo scherzaccio, Sousa sarebbe fuori. Basta un punto ai viola? Ed è per questo che prevedo un mini turnover, non uno stravolgimento per entrambe le formazioni. Allegri e Sousa sanno che è conveniente cavalcare l’onda, le sconfitte determinano contraccolpi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Vorrei farti notare che i vari Borja,Mati,Badelj,Bernardeschi,il palleggio raffinato ce l’hanno di loro,non glielo ha mica imposto Montella.

  2. C’entra e come caro simo.L’anno scorso nelle partite in cui c’era Badelj,si giocava meglio e si tirava in porta,cosa che non succedeva con Aquilani.Ti ricordi cosa diceva di Bernardeschi?Che era ancora grezzo?!?!Bernardeschi e’un altro che favorisce la verticalizzazione del gioco.e non giocava mai.La cosa principale e’che un allenatore sappia quali sono i giocatori piu’forti che ha a disposizione,e poi viene tutto il resto.

  3. Centra pure qualcosa se questo signore è disoccupato no?

  4. Per me Montella aveva grossi limiti. In specie sulla fase difensiva e caratteriali. Ma leggere che questa squadra non si fonda anche sul suo lavoro di palleggio e possesso palla mi fa ridere. Son cose che non si assimilano in un mese, e qui lo si faceva da tre anni. Ma è’ tipico del tifoso idiota fiorentino sputare su chi è andato via senza riconoscere meriti oltre che demeriti. Beoti.

  5. Non ci poniamo limiti. Ora testa al Belenenses.

  6. Marius solo te vuoi sostenere il contrario con pregiudizio e disonestà: la squadra ha una spiccata predilezione a tenere palla, al palleggio raffinato, al passaggio preciso, a non buttare via i palloni, vuoi che Sousa abbia insegnato a questi giocatori tutto in un mese scarso a Moena?E’ il frutto di giocatori adatti mentalmente ed allenati a farlo e lo zuccolo duro della squadra in difesa e a centrocampo è sempre lo stesso.Ecco a cosa si riferiscono queste frasi, ma cosa c’entra Badelj titolare?

  7. Questa storia che Sousa si stia giovando del lavoro di Montella e’una favola metropolitana piuttosto irritante.La realta’ e’che Montella e’un incapoce che stava rovinando una squadra con dei grandi giocatori,e per fortuna ce ne siamo liberati.Faccio un solo esempio:se tu metti Aquilani al posto di Badelj,ma e’normale che non giochi mai in verticale.Io non penso che ci volesse Sousa per mettere Badelj titolare,penso che lo farebbe il novantanove per ento degli allenatori.

  8. mauro d.o.c.g.

    O BRAVO……….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*