Questo sito contribuisce alla audience di

Fiorentina-Atalanta porta ad uno squalificato per parte, ma non sono giocatori

Non è stata una partita facile Fiorentina-Atalanta dal punto di vista ambientale con l’arbitraggio di Pairetto che ha fatto infuriare e non poco i viola ed ecco che il fischietto di domenica completa l’opera con la segnalazione di Alberto Marangon, club manager della Fiorentina, che è stato squalificato dal Giudice Sportivo, con multa da 2 mila europer avere, al termine della gara, con atteggiamento irriguardoso, rivolto in due occasioni all’Arbitro e al VAR frasi ironiche ed offensive“. Ma uno squalificato c’è pure nell’Atalanta ed è Moioli Mircoper avere, al 49° del secondo tempo, rivolto gesti provocatori nei confronti dei sostenitori della squadra avversaria; infrazione rilevata dai collaboratori della Procura federale“. Praticamente dopo il gol di Freuler ha cominciato a fare gestacci verso la tribuna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Mi piacerebbe sapere se, mentre le squadre sono nel sottopassaggio, un tesserato si affianca a Pairetto e fa un rutto (tanto lui non lo spettina!) oppure un bel cureggione, è passibile di squalifica?

  2. Mi sono scordato di chiedere alla redazione che differenza c’è tecnicamente fra un Team Manager e un Club Manager, grazie Il secondo è il collante tra l’area tecnica e la società, il primo una figura in grado di creare un ambiente di lavoro efficace. Redazione

  3. Comunque c’è da dire che i DV danno lavoro a tanta gente!…. ….ma che caxxo ce stanno a fa tutti sti personaggi che gravitano intorno a sta squadra!? mi risulta che Lotito abbia Ds Tare e Peruzzi che é team manager, forse ci sarà qualcun’altro ma poco più, alla ds domenica sera hanno mandato Freitas che non parla Italiano, quasi che non si capiva nulla perciò non ce se capisce + niente….

  4. Marangon è un team manager, mentre Antognoni è un club manager; mi sembrano, dai compiti che dovrebbero svolgere, due incarichi molto simili e per questo doppioni; vorrei invece vedere ANTOGNONI, come rappresentante della società nei rapporti con la Federazione e con la stampa, ci sono troppe persone che parlano e fanno dichiarazioni, a volte in contrasto fra di loro, come spesso è successo l’anno passato.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*