Questo sito contribuisce alla audience di

Fiorentina-Bernardeschi: Si tratta su tre punti ben precisi

“Una visita di cortesia per farci gli auguri”. Provi a sentire la Fiorentina e il procuratore di Federico Bernardeschi, ovvero l’avvocato Giuseppe Bozzo, ed ecco che emerge questa versione ufficiale dell’incontro di ieri. In realtà è assolutamente impensabile che, anche se in via preliminare, non si sia parlato di altro. Di cosa? Del nuovo contratto del giocatore viola. L’attuale scade nel 2019, è vero, ma per questo figlio del settore giovanile gigliato e grande realtà del calcio italiano, si può e si deve partire in anticipo per evitare sorprese. E nuovo contratto vuol dire anche ingaggio più alto (adesso guadagna circa un milione di euro l’anno) e anche clausola rescissoria, sul modello di quella inserita da Kalinic. Le parti si sono date appuntamento nel 2017 per tornare a discutere questi tre punti, contratto, ingaggio e clausola, probabilmente alla fine del prossimo mercato di riparazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. E vai altra plusvalenza per Don Diego ,oramai di questo che si parla di clausole rescissori ovvero attacchi il cartellino del prezzo sul giocatore mi viene da ridere quando dicono cosi lo blindi , blindi chi non c’è bisogno di mettere nessuna clausola aumenti l’ingaggio al giocatore e se lo vuoi vendere lo vendi lo stesso senza clausola tanto sei te che fai il prezzo con la clausola non conti più niente .

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*