Questo sito contribuisce alla audience di

Fiorentina, i costi di gestione troppo alti. Il durissimo giudizio di Cognigni sull’operato di Macia e Pradè

Il Corriere Fiorentino questa mattina pubblica un’analisi sui conti della Fiorentina. Quello che emerge in questa analisi è che la società spende più di quanto possa permettersi, il fatturato fatica a crescere e i costi di gestione sono troppo alti. Questi i problemi principali a livello aziendale che dovranno essere risolti.

Durissimo è stato il giudizio di Cognigni espresso nel 2014 sull’operato di Macia e Pradè: “La gestione del comparto sportivo non è stata in grado di raggiungere gli obiettivi di budget fissati, lasciando un numero sproporzionato di giocatori rispetto alle necessità tecniche”. Quella è stata la gestione che ha portato al rosso da 37 milioni di euro che ha condizionato in parte l’operato anche di Corvino nelle ultime due sessioni di mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

25 commenti

  1. supercannabilover

    Dai Dubbio, se Gomez e’ un top player allora Kalinic e’ Van Basten (e non nascondo che quando arrivo’ ero contento). 12 milioni per l’attaccante del Bayer secondo me era perche’ se lo volevano sbolognare

  2. Questo signore sarebbe da cacciare immediatamente. Prade, finché gabpotuto lavorare, ha portato campioni spendendo quattro soldi e facendo grosse plusvalenze (Nastasic, Ciadrado, ecc.). Il problema è stato l’infortunio di Gomez (chi l’ha voluto?) e un po’ meno quello di Rossi. Prade ha portato Gonzalo, Savic, Astori, Alonso, Pizarro, Valero, Cuadrado, Salah, Kalinic guadagnando tanti soldi. Corvino ha portato Diks, Salcedo, Milic, Olivera, ecc. spendendo inutilmente tutti i pochi soldi disponibili.

  3. Lo ripeto,il cartellino di Gómez costò 15 mil,rossi 10 ml,ilicic 9 ml,queste cifre le potete vedere su trasf market ,spero che Stefano lo capisca una volta per tutte anche se deve difendere sempre questa proprietà

  4. Alessandro, Toscana

    Stefano quello non credibile né affidabile sei te, ti ha risposto fradiavolo per i soldi spesi e rientrati, e comunque il proprietario Diego, di suo per gli acquisti non ha sborsato nulla!
    Solo sotto forma di prestito con interesse dell’1 o 1.5 %, da restituire alla società controllante ed a lui personalmente…
    basta difendere gli incompetenti DV ed i loro dirigenti ragionieri che di calcio non capiscono una mazza!

  5. E gnignigni dov’era???? Ha sempre messo bocca su tutto, ma guarda caso ora è solo colpa di chi non c’è più!
    Comunque con le plusvalenze che hanno portato i giocatori acquistati da Pradè, non credo che i braccini ci abbiano rimesso!
    Chissa perche, nonostante il monte ingaggio dei giocatori sia dimezzato, si riesca a chiudere in passivo tutti i bilanci!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*