Fiorentina, le tre cause del calo

Paulo Sousa Roma

La Fiorentina si è spenta. Nell’ultima settimana è incappata in due sconfitte che ancora fanno male al popolo viola, quella di Torino contro la Juventus e soprattutto quella di mercoledì in Coppa Italia contro il Carpi. Secondo il Corriere Fiorentino sono tre le cause di questo vistoso calo: 1) C’era una volta una Fiorentina che andava a cento all’ora e adesso si è un po’ fermata. Possibile che, come dice Sousa, la squadra corre di più ma certamente lo fa con meno intensità e il gioco ne risente. 2) Troppe pressioni e qualche mugugno, perché scendere in campo con l’obbligo di vincere logora soprattutto se le ambizioni di inizio stagione erano ben altre. E poi ci sono i mugugni neanche troppo celati di quei giocatori che si aspettavano di essere protagonisti e che invece rimangono spesso a guardare dalla panchina. 3) Addio effetto sorpresa. La Fiorentina ha perso l’effetto sorpresa di inizio stagione perché in Italia gli allenatori studiano e in poco tempo trovano le giuste contromisure anche alle novità come Sousa. Ecco dunque che adesso servono forze nuove dal mercato e un cambio di gioco che solo nuovi innesti, con nuove caratteristiche, possono portare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. marcello bertolini

    prendiamo esempio dalla juve che ti mangiano vivi quando giocano quello significa attamento alla maglia e voler vincere poi puoi anche perdere ma non come facciamo noi una banda di pippe allenatore compreso – e sopratutto societa compresa che ci fanno credere chissa che cosa po8i alla fine …… il nulla .

  2. marcello bertolini

    siamo un societa’ di buffoni dove tutti si lamentano crando seri prob lemi nello spogliatoio. e allora via andare a fare qualche altra cosa in un’altra parte . ase rossi vuole giocare di piu visto che e’ al 30 per cento che si trovi un suqadra. se pasqual vule fare il apitano vada in un’alra parte e baba deve svegliarsi altriemnti mandatelo via con certa gente ci guole il bastone . come fanno alla juve . prendiamo esempio e forse riusciremko a levarci qualche sosdifazsione . se non si fa cosi

  3. Violaadimilano

    Quindi basta chiacchiere sul mercato e domenica giochiamo come se fosse lo spareggio per la salvezza se ne siamo capaci: cuore grinta e spirito di gruppo. Vinciamo e poi possiamo dedicarci al tentativo di aggiustare i tanti problemi alla luce esaurito l effetto sorpresa: difesa scarsa panca corta e inadeguata e Pepito e la fava di Suarez e la mezza pippa di tomovic e pasqual depresso per la fascia e piedone baba che vuole più spazio.
    Sveglia stiamo deprimendo e destabilzzando anche kalinic

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*