Questo sito contribuisce alla audience di

Fiorentina, quanti gol subiti da calcio piazzato! La “zona viola” fa acqua da tutte le parti

I calci piazzati sono un vero incubo per la Fiorentina. In stagione la squadra viola ha subito tantissime reti da palla inattiva, palesando enormi difficoltà in area di rigore, dove i calciatori non sono mai padroni della situazione. La marcatura a zona della Fiorentina non funziona affatto, e i difendenti sono sempre sverniciati dagli avversari. Il secondo gol di Stindl e quello di Christensen realizzati ieri dal Borussia sono emblematici, fotografie di una squadra che non arriva mai prima sul pallone e soffre maledettamente le situazioni da fermo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. bisogna difendere a uomo!! ma manca anche personalità!! sul 2-2 nessuno che abbia scosso i compagni incitandoli e dicendo ci si può fare!! neanche borja tanto per fare un esempio! ci siamo completamente disuniti e abbiamo mollato, come se fossimo stati destinati ad uscire!! non esiste mollare così! sousa dal canto suo probabilmente è in confusione ma di errori voluti ne commette eccome!! ora basta, da domani vogliamo grinta e cattiveria!! battere il torino, non esiste nessun gemellaggio in campo!!

  2. Cara redazione , perché non pubblicate una statistica con i gol fatti e subiti negli ultimi anni ? Con i numeri davanti la discussione prende un altra piega.

  3. S69 non è vero Vio lavoa solo poco tempo per società perché la sua è una filosofia. , ci sono tanti concetti che lui fa cPife ai giocatori che una vTa assimilati non serve nel quotidiano. Te le dico per certo perché ho partecipato.ad un suo stage.

  4. Anche in terza categoria si prepara la disposizione della difesa sui calci piazzati,
    Noi si va all,improvvisazione, normale con un allenatore sprovveduto e arrogante come il portoghese.

  5. Ci sono problemi nel difendere e la fase difensiva non esiste o non viene fatta in maniera adeguata. Passi in vantaggio di 2 goal e in pochi minuti ti fanno 4 goal. La fase difensiva è un grosso problema. Visto che ci sono di proprietà numerosi palazzi la CASERMA PERROTTI potrebbe essere utile per la VIOLA ed impostare un QUARTIERE VIOLA visto è più rapido mettere la prima pietra.

  6. Enrico, noi s’aveva uno (ai tempi di Montella) che lavorava specificamente sulle palle inattive. Ormai il calcio sta andando verso un sistema tipo football americano. C’è il mister (che spesso è un mero comunicatore con i media e un gestore di uomini) poi c’è il tattico e i vari specialisti. Il primo anno Montella “impose” uno staff molto numeroso e i risultati con Vio (mi sembra si chiamasse così) si videro, segnavamo molto su corner, poi, l’ineffabile Gnigni, tagliò alcuni “rami” e Vio andò al Milan.
    In questo calcio, sempre più, i risultati sono frutto della cura di molti dettagli. Ma se vuoi essere competitivo, al solito, tocca spendere.

  7. X Enrico TV – Oramai difendono tutti o quasi a zona, il problema è che nell’ipotetico spazio di competenza della zona il difensore deve anche marcare l’uomo. Quindi l’allenatore centra ma non molto, è il calciatore che non deve mai dimenticarsi dell’avversario, e quest’ anno io fino a poche settimane fa, ora ho smesso di contarli, avevo segnalato che Gonzalo avrebbe sulla coscienza ben 10 gol subiti per sue “negligenze” difensive

  8. E chi le prepara queste situazioni? Sia offensive che difensive?
    Dovrebbe essere l’allenatore.. Ma sousa come dice lui ragiona a zona per occupazione dello spazio.. Come faccio io a calcetto perché non ho più il passo ma che a certi livelli mi sembra riduttivo..

  9. In compenso quando gli angoli si battono noi, l’è quaresima

  10. La squadra è da ricostruire a partire dalla difesa. E’ da li che si deve ricominciare per fare una squadra forte e competitiva e non ritrovarsi a realizzare i soliti arrosti tappa buchi come fanno i DV perchè sono due spilorci.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*