Fiorentina sei ad un bivio. Ora tocca a Della Valle decidere se sognare o accontentarsi

La partita di ieri della Fiorentina è stata un’altra dimostrazione del fatto che questa squadra ha un ottimo undici di partenza con giocatori davvero di primissimo piano, mentre la panchina non è altezza visto che c’è troppo divario tra chi esce e chi subentra. D’altra parte nessuno in estate aveva l’ambizione di giocarsi un posto Champions o addirittura lo scudetto e quindi era stato fatto un mercato di basso profilo. Ora però Sousa ha dimostrato sul campo che questa Fiorentina può sognare in grande, può giocarsela con tutti e spesso uscirne anche con i tre punti ma per fare l’ultimo step servono acquisti importanti a gennaio. Ora la palla passa ai Della Valle, sta a loro decidere nelle prossime settimane se essere veri protagonisti di questa stagione, se provare a scrivere la storia della Fiorentina puntando lassù dove da decenni non arrivano i viola, oppure, legittimamente, accontentarsi di un buon campionato che possa culminare con la qualificazione in Europa League. Adesso è il momento delle scelte, ora i Della Valle devono scegliere se essere protagonisti assoluti della storia della Fiorentina oppure se accontentarsi comunque di un ottimo piazzamento. Il mercato di gennaio è alle porte ed è tempo di scelte, anche sul mercato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

52 commenti

  1. Emilio, fammi una cortesia. Elencami i risultati della gestione dei DV e ne parliamo. E non parlo di scudetti. che so. una Coppa Italia, UEFA, partecipazioni Champions e lotta per il primo posto. Di fatto i nostri risultati, praticamente, ci equiparano a Sampdoria, Genoa, Udinese, Verona, Torino e compagnia cantante. In più di loro abbiamo una partecipazione in Champions nell’era Prandelli. Lazio e Napoli, oltre Roma e strisciate, hanno alzato dei trofei. I quarti posti non contano nulla.

  2. Eh sì, ora si deve decidere cosa fare e se tentare di andare in champions… A prescindere dalle possibili cessioni, ci vogliono un terzino destro, un centrale, un ala destra e un centrocampista (domenica è entrato Verdù, sarà pure simpatico, ma dai non scherziamo). Poi se vanno via altri giocatori per decisione di Sousa (rebic, tomovic o roncaglia, mati e suarez, e forse qualcuno di eccellente….) anche quelli andranno sostituiti, ma con giocatori più forti e soprattutto pronti da subito, altrimenti si capirà che il nostro obiettivo sarà qualificarsi per l’Europa league.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*