Fiorentina, si salvano in pochi. Male Rossi, la difesa fa acqua da tutte la parti

giuseppe rossi

Sconfitta per la Fiorentina nell’esordio stagionale al Franchi contro il Celta Vigo: gli spagnoli si impongono 1-0 grazie al gol di Bongonda. Sono veramente pochi i giocatori che arrivano alla sufficienza: degli undici titolari si salvano solo Zarate e Ilicic, gli unici a provare a creare qualcosa. L’argentino ha colpito la traversa negli istanti finali del primo tempo e ha sempre dato l’impressione di poter impensierire la difesa avversaria, mentre dai piedi dello sloveno sono nate le poche occasioni della Fiorentina. A partita in corso positivi gli ingressi di Kalinic e Gilberto. Le note negative, invece, sono nettamente maggiori rispetto a quelle positive: Lezzerini si è superato contro Iago Aspas, ma nell’azione del gol avversario è rimasto sulla linea di porta in occasione del cross di Roncaglia. In generale, il numero uno viola non ha mai dato l’impressione di essere sicuro dei propri mezzi. Male anche la difesa gigliata, a cominciare da Tomovic che si è fatto beffare da Bongonda sulla rete del Celta Vigo. La coppia difensiva, formata da Gonzalo e Astori, non ha dato molte garanzie ed è andata spesso in difficoltà mentre Alonso è stato l’unico a rendersi pericoloso in fase offensiva, sfiorando anche il gol nel secondo tempo. Insufficienza anche per Giuseppe Rossi, che in attacco non ha creato praticamente niente. Impalpabili Hagi e Toledo, entrati a partita in corso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Una squadra che da gennaio in poi ha perso da cani e porci, ulteriormente indebolita per i ritardi dei nazionali e per alcune cessioni cosa poteva fare di meglio contro la quinta della liga? Non è che stando un mese in ferie si risolvono problemi, come quelli difensivi, che sono ormai una costante.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*