Questo sito contribuisce alla audience di

Fiorentina spiazzata dai costi, il talento è fuori budget

Bernardeschi chiama palla. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Frasi come “Non potendo competere con certi club, a livello di risorse economiche, cercheremo di puntare sui giovani. Meglio se italiani” e “Italianizzare la rosa è una delle priorità dei Della Valle” sono state ripetute spesso dai dirigenti della Fiorentina nel corso degli ultimi anni. La Repubblica però oggi fa un viaggio a ritroso, fino ad arrivare al recente passato, per dimostrare come il club viola sia rimasto letteralmente spiazzato davanti ai costi dei giovani italiani che si è messa a trattare. Il talento di casa nostra rischia di essere ormai fuori budget per questa società, un po’ per mancanza di voglia di investire e un po’, va detto, anche perché cominciano a circolare cifre che definire folli è tutt’altro che sbagliato. Prendiamo Caldara, undici presenze in A, finirà alla Juventus per 20 milioni di euro, aggiungiamoci Gagliardini, 20 anni, 13 presenze in A più una in Coppa Italia e finirà all’Inter per 30 milioni di euro. A questo punto bisogna adattarsi, purtroppo, e agire di conseguenza. Con una soluzione che, a prescindere da qualsiasi cessione, taglierebbe la testa al toro: costruirsi i giocatori in casa, così com’è successo con Bernardeschi e Chiesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Prima di spendere tanti soldi in Zaza,se la nostra societa’ fosse seria e capace direbbe:Tifosi viola,ci rivolgiamo a Voi x dirvi che tolte le spese,ci restano in cassa 30 milioni di euro.Questi soldi verranno tutti utilizzati x rinforzare e migliorare il settore giovanile,xche’ e’ da li che dovra’ uscire l ossatura della squadra.Che tali soldi saranno così investiti sara’ pubblicamente constatabile e chiunque vorra’ ne potrà prendere visione.Noi come Societa’ non possiamo fare piu’ di questo e riteniamo che questa sia la strada piu’ giusta x la Fiorentina e per chi la ama.

  2. Dubbio il tuo discorso sulle rose non è sbagliato,però devi anche capire che tipo di calciatori hai in primavera. Ad agosto ci furono infamate a raffica a Corvino perché aveva risparmiato 1 milione di riscatto per Capezzi ed aveva anzi incassato 800 mila euro dal Crotone. Poi leggo le statistiche di questo girone di andata e vedo che Capezzi è in assoluto tra i peggiori del suo ruolo ed è anche finito in panchina,non avendo certo dei fenomeni a fargli concorrenza nel reparto. Se fosse stato Firenze,per me avremmo avuto un centrocampista in meno,perché non avrebbe giocato certo quanto Sanchez e Cristoforo,anzi per me finiva come Toledo in primavera fisso. Sai,Diks ha ancora un anno in meno di Capezzi e gli manca di imparare la fase difensiva perche in Olanda i terzini di fascia sono praticamente delle ali ma è sicuramente uno che si potrà fare,e Hagi ha ben tre anni in meno di Capezzi ed ha già fatto intravedere grandi potenzialità.p,come detto anche da Moggi,che sarà anche un bandito,ma di calcio ci capisce come pochi in Italia.

  3. Paoloneviola

    Perché se di quelli che fai crescere dal settore giovanile escono fuori solo chiesa e bernardeschi non basta, visto che tra i vari Fazzi, piccini ecc ecc non garantiscono nulla. Dunque si ricorre allo straniero visto che quelli boni di altri vivai li strapagano

  4. PAOLONE, ma che c’entra la politica delle rose di Tavecchio? A parte il fatto che quattro devono essere del PROPRIO vivaio e quindi non ti costano niente, anche gli altri quattro possono essere prodotti del proprio vivaio visto che è pur sempre un vivaio italiano. E tutti e otto devono essere nella rosa a 25 ma non necessariamente titolari. Ma se quando già li hai li fai andare via per prendere Milic e Diks allora la colpa è di Tavecchio?

  5. Ma certo STEFANO, la Juve ha mandato Rugani ad Empoli con la garanzia che giocasse altrimenti i 6 milioni l’Empoli se li sarebbe sognati. Noi mandiamo Minelli, quello che ha già ben giocato in EL, in Lega Pro senza alcuna garanzia, con l’Albinoleffe ha giocato la miseria di 693 minuti. Lo riprendiamo dal prestito gratis ma senza alcuna crescita e Corvino lo regalerà a qualcuno come ha fatto con Mancini, approdato all’Atalanta in Serie A.

  6. Buongiorno ragazzi, proviamo a fare un po’ di chiarezza. Il settore giovanile della Fiorentina sta lavorando bene, ricordiamoci da dove siamo partiti cioè dal nulla, la prova sono i circa dieci giocatori che militano nei primi cinque campionati europei, certamente si può far meglio ma no possiamo imputare a Corvino di aver mandato via Iemmello o Piccini, ricordo a tutti che c’era un’altra direzione quando sono state prese queste decisioni. Venuti mon è perso perché ha un contratto fino al 2019 con la Fiorentina. Per quanto riguarda gli investimenti, poniamo il caso che i DV, per assurdo, decidano domani di non vendere più i migliori, e anzi, di spendere tutti gli anni, diciamo 25mln. La domanda è :Von i prezzi di oggi di quanto si rafforzerebbe la squadra? Se qualcuno fra Alessandro Toscana, Cisko 73, Berni i chi volete voi mi risponde così possiamo civilmente confrontarci. Ad majora.

  7. Ragazzi ma smettiamola di sostenere questa proprietà bugiarda, presuntuosa e permalosa, che si comporta esattamente in modo contrario rispetto a quello che dice. Italianizzazione? In estate sono arrivati Hagi, Toledo, Diks, Milic, Oliviera, Salcedo, Dragowsky, Sanchez, Cristoforo e De Maio! Questa è coerenza? È programmazione? No è solo raccattare qualche giocatore in prestito o a pochi soldi, giocatori che farebbero fatica anche in Lega Pro.

  8. Due risposte. La prima a Alessandro,toscana. Se per investimenti tu intendi che la società dovrebbe rispendere almeno l’80% di quanto incassa dalle cessioni,tenendo solo un massimo del 15/20% per il bilancio,allora sono completamente d’accordo con te. Se invece chiedi che i dv tirino fuori decine di milioni di tasca propria,come non fa nessuno,ripeto nessuno,allora non mi piace. La seconda risposta è per il Dubbio. Vedi che stai dicendo le stesse cose di tutti,cioè di monitorare e prendere i ragazzi a 16/17 anni,quando ancora puoi permetterteli. Bisogna però essere capaci di individuare quelli che veramente diventeranno buoni,altrimenti saranno soldi buttati nel cesso. Ah,per la precisione Rugani è vero che fu pagato circa 6 milioni dalla Juve,ma perché lui non era un ragazzo del settore giovanile empolese,ma bensì era uscito dagli allievi nazionali della Juventus e poi dato in comproprietà all’empoli,quando ancora esisteva la comproprietà. In pratica hanno pagato quella cifra per la metà del cartellino di Rugani.

  9. Il contabile por el pueblo

    Fra Diavolo devi separare le finanze dei DV da ACF.Una volta il proprietario poteva fare il mecenate,oggi no.Il FFP esiste e pone vincoli.Tu dirai:è una barzelletta altrimenti avrebbero punito club come Roma,Inter,Milan che sono fuori dai parametri.Però io sono convinto che se nella loro situazione si trovasse la Viola,ci stangherebbero non facendo parte dell elite dei club potenti e ricchi di tifosi.Che si usino due pesi e due misure è ormai acclarato.Noi siamo in una posizione scomoda.Io penso che il lavoro fatto nelle giovanili sia stato e sia tutt ora ottimo e buona parte del merito va attribuito a Corvino.Ciò che mi ha lasciato sempre perplesso è il basso numero di giocatori prestati in serie B,autentica anticamera della serie A.Con Pradè-Macia la situazione è migliorata da quel punto di vista e i frutti si vedono.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*