Questo sito contribuisce alla audience di

Fiorentina, tanti giovani cercano spazio ma serve prudenza

‘Largo ai giovani, spazio ai giovani’. Quante volte tifosi ed addetti ai lavori si trovano a pronunciare questi slogan. Ed in effetti in Italia troppo spesso il giovane è percepito come sinonimo di inaffidabilità e debolezza. La Fiorentina lo scorso anno però con Chiesa si è ritrovata un gioiello tra le mani, e sono bastate poche gare per evidenziare quanto questo ragazzo fosse pronto. In questo inizio di stagione ragazzi come Hagi, Lo Faso, Milenkovic e Zekhnini non stanno trovando spazio. Non è da escludere che Pioli scelga di inserirli gradualmente dopo la sosta, ma il mister sa che dovrà farlo con raziocinio. In una Fiorentina già in grande difficoltà, affidare troppe responsabilità a ragazzi così giovani potrebbe essere un rischio, ed allora sì che si rischierebbe di bruciarli. Qualora questi ragazzi cominciassero invece ad assaggiare, magari con qualche spezzone, la Serie A, potrebbero trarne soltanto giovamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Andavano mandati in prestito già in estate, tutti i citati tranne Milenkovic che un po’ di partite le farà tra squalifiche e infortuni. Gestione da harakiri, mi auguro che a Gennaio, in A o B ma con garanzie di impiego, gli altri 3 vadano in prestito, abbiamo già altri 5 nei ruoli offensivi, più Benassi, su 3 che partono titolari, senza Coppe va più che bene per salvarsi…

  2. Che pena vedere questi ragazzi sempre in panchina…ma proviamoli….la juve oltre la prima squadra ha almeno altre 2 squadre in prestito…possibile che non lo riescano a capire…..questa cosa mi fa impazzire….

  3. Deve inserire hagi, con calma ma lo deve fare come centrocampista rifinitore è il migliore non conta l’ età due anni fa era capitano in Romania in una squadra che è andata in Europa. Il calcio è diversi ma il pallone è tondo sempre quindi….

  4. Più prudenza di così è impossibile..o li mandano in prestito o in tribuna ad ammuffire..la lista è lunga..FV

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*