Fiorentina, una società senza alibi

Inutile giraci intorno, quest’anno il progetto dei Della Valle era chiaro fin dall’inizio, abbassare il deficit accumulato dalla precedente gestione. Per questo, si legge su la Repubblica, la Fiorentina ha richiamato Pantaleo Corvino. Ma il problema non è certo lui che ha obbedito all’ordine di tagliare il monte ingaggi e rientrare e ci è riuscito anche grazie alla cessione di Alonso. Sì proprio quel giocatore portato a Firenze dalla tanto vituperata gestione Pradè-Macia, la stessa, ricorda il quotidiano, che ha portato alla Fiorentina anche Kalinic, Borja Valero e Badelj, tutti calciatori e potenziali plusvalenze che sono diventati imprescindibili per Sousa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Scuse non ce n’è per nessuno. Nemmeno ovviamente per mister e squadra.

  2. Si, ma hanno portato anche gomez e rossi, che insieme alla sciagurata gestione dei giovani (capezzi , fazzi, piccini, bittante, iemmello ed altri) hanno portato alla situazione finanziaria attuale che ha costretto a fare questo mercato, che comunque credo non sia da buttare. p.s. dimenticavo il contratto faraonico a Babacar che ha contribuito a fargli montare la testa.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*