Questo sito contribuisce alla audience di

FIORENTINA, UNA SOPRAVVIVENZA MAL GESTITA. TOTALE DISINTERESSE DELLA PROPRIETA’. VICINO ALLA CURVA E SU SPORTIELLO…

Tre vittorie consecutive che avevano fatto ben sperare per la Fiorentina, quindi due sconfitte che bloccano la squadra di Pioli, per un totale di 6 stop in 12 gare. Della situazione della squadra viola, Fiorentinanews.com ha parlato con l’intermediario di mercato Bernardo Brovarone.

La Fiorentina incassa una dura sconfitta con la Roma. Impressioni sulla gara con i giallorossi?

La Roma è una squadra che in questo momento storico ha raggiunto una consapevolezza che le sta permettendo di fare la differenza e dunque era un avversario molto ostico. Firenze dovrebbe continuare ad essere comunque una trasferta quasi proibitiva per queste squadre, per natura e per storia. Questo aspetto invece lo abbiamo perso, non siamo più una squadra operaia costruita con meno soldi ma in grado di puntare su uno stadio pieno e un certo clima. Purtroppo siamo di fronte ad un risultato compiuto che ha preso corpo, dettato da tutta una serie di comportamenti, bizze, così poche e povere ambizioni da parte della proprietà che alla fine, hanno fatto sì che questo fosse il risultato. Oggi non si perde solo in campo, ma proprio concettualmente: non c’è più neppure la rabbia e l’entusiasmo di andare a confrontarsi. Questo è terribile. Nel primo tempo la Fiorentina ha giocato anche piuttosto bene, seppur di rimessa, è riuscita a segnare due reti, e con un po’ più di fortuna avrebbe potuto segnare il 3-2. Tuttavia non riesco ad essere concentrato sulla singola gara, una squadra va considerata in una visione più ampia.

E dopo dodici gare, quale stagione si delinea per la Fiorentina?

Se cerco di guardare più lontano, non riesco a trovare motivazioni per ricompattare un ambiente che giustamente si è spaccato. Non è possibile prendere quattro gol e fare quasi finta di nulla, si va verso una direzione sbagliata. Stiamo vedendo un’anima così meravigliosa come la Fiorentina calcio, franare lentamente nel più totale disinteresse di chi la detiene a livello di proprietà, in una sopravvivenza mal gestita. Le uniche persone che hanno una dignità ed una coerenza vere, sono questi ragazzi della Curva, nonostante siano accadute cose dell’altro mondo. Sono vicino a questi ragazzi nella maniera più totale, emotivamente, storicamente e concettualmente. Non so se verranno fuori del tutto le cose accadute, ma ciò che è successo è allucinante. Sono stati sbriciolati nel modo più totale attraverso provvedimenti assurdi. Nessuno di loro avrebbe mai meritato questo. A Firenze non c’è mai stato nessun allarme di natura violenta, se si arriva a cancellare e tentare di sbriciolare un gruppo di tifo organizzato civile al 100% si perde anche il cuore pulsante. Sappiamo tutti bene quanto di buono abbia fatto questa proprietà in passato, inutile fare distinzioni, ma è ormai evidente come non ci siano più i presupposti ed i contenuti per fare un progetto sportivo e far rinascere questa squadra. La Fiorentina è una squadra mediocre quanto vogliamo, ma invito ancora ad andare a vedere quanto è stato speso. Si parla di una squadra costata tanti milioni nell’arco di due anni. E’ necessario essere realisti e a me questo tipo di Fiorentina qui rivolta lo stomaco, perché è innaturale tutto ciò che sta succedendo. Non si può continuare a portare avanti una realtà così importante, come un balocco, ed in un modo così inutile, nascosto, bizzoso, controproducente.

Cosa ne pensa del rendimento di Sportiello? La Fiorentina è andata a migliorare dopo Tatarusanu?

Tatarusanu era un portiere che esteticamente non si faceva amare. Aveva dei difetti nelle uscite, ma era molto bravo fra i pali. Sportiello mi sembra uguale identico. E’ più giovane, molto bello a vedersi. Ha un fisico eccezionale, per cui la reattività fra i pali lo mette nella condizione di fare bellissimi interventi. Il ruolo del portiere dovrebbe comprendere però tanti altri fattori in cui questo ragazzo mi sembra parecchio indietro. Ho sempre tenuto un punto interrogativo su di lui e continuo a farlo, non ho ancora capito di che pasta sia fatto. Non ho la sensazione che possa diventare un portiere vero. Mi sembra che abbia un po’ di indecisione addosso. Spero che cresca: non so ancora cosa sia successo a Bergamo, e perché sia stato scaricato. Mi concede però la speranza di potersi trasformare, e mi auguro che con lavoro mentale e fisico possa crescere, le basi ci sono.

I grandi problemi della Fiorentina sorgono ancora sulle fasce. Possibile che non si riesca a mettere una pezza dopo tanti anni?

Spesso ho fatto dei nomi personalmente. So che Ansaldi è stato convocato con la nazionale argentina e mi basta e mi avanza. Lo ha preso il Torino in prestito, la Fiorentina non ha scelto un giocatore di questo tipo e per me è una follia. Sento dire che non ci sono più terzini in giro per il mondo…Con 5000 squadre di calcio, non oso neanche pensare a quanti terzini ci siano da scegliere. Ce ne sono quanti se ne vuole in Svezia, Danimarca, Bulgaria, anche a Cipro. Ovunque. Si deve cercare un uomo polmonare, un corridore che sappia pedalare e coprire la propria corsia. Sabato a Marassi, a vedere il derby di Genova ho potuto osservare nuovamente Bereszynski: un ottimo giocatore pagato 2 milioni di euro, la metà di Gaspar. Vorrei capire cosa faccia la Fiorentina, che va a prendere Biraghi e a riscattare Maxi Olivera a 5 milioni e mezzo di euro. Un bagno di sangue economico, se si guarda il rapporto qualità-prezzo, da non credere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

26 commenti

  1. Luka 63 spero sia vero sennò questi pidocchiosi DV stanno qui un secolo..FORZA VIOLA

  2. Rillo Picci, forse ti sei distratto o hai sonnecchiato. Perché se non ti sei accorto che il giocattolo è già rotto, e da tempo, mi sa che ti ci vuole un bel caffè…

  3. Non mi stancherò mai di dire che queste dichiarazioni fanno male all’ambiente che deve restare unito attorno alla squadra e alla società. Così si rischia seriamente di rompere il giocattolo.

  4. La contestazione vera e propria e’ nel’aria…Siamo attualmente in posizione di stallo…Non ti posso anticipare nulla…Noi vecchi capi storici abbiamo delineato le linee guide per la stagione corrente nella speranza di un unita’ di intenti del resto della Curva

  5. la cosa più grave sono la disaffezione e il far passare tutto come normale, cosa che hanno prodotto i comportamenti della proprietà.

  6. Re Leone…Io come te ho fatto le contestazioni veementi di un tempo…Il fatto e’ che essendo cambiate le generazioni il tutto risulta piu’difficile..Tra le righe ti ho fatto capire che i piu’ giovani possono essere tacciati per pecoroni e non certo il sottoscritto…Frequento la curva Fiesole ininterrotamente dal doppio di anni di te :oltre 30 anni…Non sono io che mi autocelebro capo storico…Mi additano gli altri come tale

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*