Fiorentina, Unipol presenta ricorso contro la Cittadella viola

Ancora un capitolo della saga (infinita) ‘cittadella viola’. Il Consorzio per l’attuazione del Piano urbanistico esecutivo di Castello (Società controllata dal gruppo Unipol) e NIT (Nuove Iniziative Toscane – la società immobiliare controllata da Unipol proprietaria dei terreni) hanno impugnato la delibera di Giunta di Palazzo Vecchio che, lo scorso 10 marzo, ha prorogato l’interesse pubblico al 31 dicembre 2017 sul progetto del nuovo stadio ed opere connesse; e la nota di ACF dello scorso 28 dicembre dove la Società viola ha chiesto all’Amministrazione di confermare il pubblico interesse del progetto fino alla data di approvazione della variante per la ricollocazione della Mercafir.

I ricorrenti, tra le motivazioni, sostengono che “è illegittima l’ulteriore proroga, concessa dal Comune (…) che conferma l’interesse pubblico dell’iniziativa fino alla data del 31 dicembre 2017. La proroga (…) è intervenuta fuori termine e dunque – come ha precisato la giurisprudenza – è stata adottata in carenza di potere: è pertanto affetta da nullità”. Secondo i ricorrenti insomma, è vero che ACF Fiorentina ha formalmente rispettato il termine del 31 dicembre 2016 per consegnare la documentazione relativa a stadio e opere connesse, ma avrebbe presentato un documentazione incompleta; e la proroga di Palazzo Vecchio (10 marzo 2017) è arrivata dopo che erano scaduti i termini.

Secondo quanto disposto da Palazzo Vecchio la società viola dovrebbe integrare la documentazione entro la fine del 2017, affinché la Conferenza dei Servizi si possa esprimere sul progetto complessivo dell’opera. Il 31 dicembre rappresenta anche il termine entro il quale il Comune dovrebbe ultimare la variante al Piano Urbanistico Esecutivo dei terreni di Castello, questo consentirebbe di trovare casa per la riqualificazione della Mercafir e lasciare spazio alla cittadella viola, ma anche in merito alla variante del PUE di Castello, Unipol ha già presentato ricorso lo scorso febbraio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Ribello Viola

    Che palle !!!!! Mi sembra la novella dello stento.

  2. Ma rifare il Franchi, no eh? Basta con questo vincolo delle belle arti, visto che nessuno viene a Firenze x ammirare lo stadio, e che i fiorentini non vedono l’ora di abbandonarlo x uno più comodo…
    A NY hanno demolito e rifatto il glorioso Madison Squadre Garden, noi vincoliamo tutto

  3. Darioneviola

    Da qui al 2018 c’è solo la tramvia…
    Poi elezioni…. E se vince chi deve vincere, si farà lo stadio….forse !

  4. Claudioviola

    Ad ogni refolo di vento girano le banderuole!!FVS

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*