Firicano: “Pubblicare quelle immagini di Kalinic una caduta di stile della Fiorentina. Giustissimo punire Roncaglia”

A Radio Blu l’ex difensore gigliato Aldo Firicano torna sull’ingenuità di Roncaglia ma anche sulla pubblicazione delle immagini relative alle condizioni di Kalinic, martoriato da Suchy a Basilea: “È stata una sciocchezza che questo difensore ha spesso, è un suo difetto su cui dovrà lavorare perché c’è sempre spazio e tempo per migliorare. E’ un buon giocatore ma questi errori possono influire sulla sua carriera, oltre che sui risultati della squadra. I difensori devono essere ruvidi ma non devono sfociare nella sciocchezza. Che tipo di lavoro fare? A me i ruvidi come Roncaglia piacciono, poi sta al ragazzo dimostrare che nei momenti caldi uno sa usare la testa. Tutta l’aggressività che serve a un difensore va incanalato in base al clima della partita, al metro arbitrale, gli avversari. Multa giusta? Assolutamente sì, anche a scopo terapeutico, in modo da scongiurare interventi futuri. Immagini delle ginocchia di Kalinic? Sa un po’ di piaggeria, piangersi addosso non è mai utile. E’ stata una partita cattiva, maschia con un arbitro non all’altezza, ma fa parte del gioco. Mi sa un po’ di caduta di stile, è chiaro che Kalinic ha preso le botte ma una volta finita la partita basta, bisogna guardare avanti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

24 commenti

  1. Bravo Robin! Concordo pienamente con te!!

  2. Ma senti un pò questo !
    Qualche volta bisognerebbe censurare non solo i post … maanche i “pre”
    P.S. Ma chi sei? In una grande Viola eri uno dei pochi scarsi !!!!

  3. Mio caro Firicano, ma chi sei??, comunque devi sapere che la finale la si giocherà proprio a Basilea, e quindi giovedì il Basilea non poteva perdere a tutti i costi, infatti il capitano non ha mai cercato di intervenire sul pallone ma solo ed unicamente sulle gambe di Kalinic per tutta la gara. Ti ricordo che l’ ultima gara loro la devono giocare in Polonia e non sarà una passeggiata, per tanto c’ era il rischio che, con una nostra vittoria, venissero buttati fuori.

  4. Chi gioca al calcio sa che le può prendere e che le può anche dare. Il problema nasce quando un arbitro fa capire di non avere coraggio e tollera oltre misura gli interventi violenti. Il difensore del Basilea questo l’ha capito e ci è andato giù duro, scommettendo sulla sua impunità. Ha avuto ragione. Qui non si tratta di lamentarsi o piangere, ma di tutelare il gioco del calcio e le gambe dei giocatori, ragion per cui ritengo sia stato giusto mandare un messaggio soprattutto al designatore. SFV

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*