Flachi: “Avrei voluto fare alla Fiorentina quanto fatto alla Samp. Ecco perché me ne andai”

pallone in rete

Francesco Flachi, doppio ex di Fiorentina e Sampdoria, commenta a Viola Week: “Ho un cruccio, essere passato dalla Fiorentina quando ero troppo giovane. Sono nato viola, sono nato tifoso della Fiorentina e ho realizzato il sogno, bellissimo, di giocare nella mia squadra. Però è accaduto quando ero un ragazzino e mi sarebbe piaciuto viverlo più avanti, nella mia piena maturità professionale. Perché me ne andai? Fu nell’estate del 1999. Non rinnovai il contratto al termine di una trattativa che non mi piacque… ero rientrato in viola dall’Ancona, dove avevo fatto bene. Speravo di ottenere un buon contratto, ma mi fu proposto un rinnovo con l’immediata conseguenza di andare di nuovo a giocare altrove, in prestito. No, non è quello che volevo e poi quando mi esclusero dalla foto ufficiale della squadra… beh, ci rimasi male e decisi di andarmene alla Samp dove raggiunsi la maturità che avrei voluto raggiungere con la Fiorentina. Fiorentina e Samp sono molto forti in attacco. In viola ci sono Kalinic, Ilicic, Berna… La Samp, invece, secondo me ha in Muriel un giocatore straordinario. E’ fortissimo, quest’anno non è alle prese con problemi fisici… Sì, chi trova in lui similitudini con Ronaldo non sbaglia. Sousa lo vedo cambiato rispetto a un anno fa. Forse tutto è legato al fatto che 12 mesi fa la Fiorentina di Sousa giocava un calcio molto bello, era prima in classifica e poi, da gennaio tutto ha preso una dimensione diversa. Sousa è un buonissimo allenatore, ma lo ripeto, lo vedo un po’ cambiato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Fatti un esame di coscienza.
    Avevi dei vizietti che non erano ammessi nel calcio professionistico.
    Sei sempre stato una testa di c****.

  2. supercannabilover

    Muriel simile a ronaldo, forse adesso che Ronaldo pesa 100 chili

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*