Questo sito contribuisce alla audience di

Flop, sorrisi e rimpianti dei “rottamati” viola

Su La Repubblica di questa mattina troviamo una carrellata riguardante quelli che vengono definiti dal giornale i ‘rottamati’ viola. Altri non sono i giocatori di cui si è privata la Fiorentina durante l’ultima estate. Borja Valero era considerato ‘finito’ e invece si sta giocando lo scudetto con l’Inter dove è titolare assieme a Vecino. E Bernardeschi? Beh, i social lo hanno sfottuto per un bel po’, visto che all’inizio Allegri lo faceva rosolare in panca. Poi piano piano anche lui ha scoperto il campo e ha perfino trovato il gol. Adesso il suo ciuffo biondo sembra un lontano ricordo e su quel ricordo regna l’indifferenza. Non se la passa bene Kalinic, che ha segnato tre gol ma non ha ancora stupito con effetti speciali. L’epurazione di Ilicic ha portato in dote all’Atalanta quattro gol e altrettanti assist. Milic ha giocato un po’ all’inizio (Champions compresa), prima di eclissarsi. Gioca sempre Gonzalo, nel San Lorenzo, mai Toledo (detto il colpo) al Las Palmas, mentre l’eroico Tomovic diventa una star al Chievo dopo aver annullato Mertens. Infine Sousa: è tornato ad allenare ma lo ha fatto in Cina e la sua faccia nel giorno della presentazione al Tianjin Quanjian ci dice che i soldi non fanno la felicità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. io ce li ho tutti in memoria i commenti dei nostri “intenditori” di questa estate.. Borja finito, farà tanta panchina, meno male s’è dato via, grulli a pigliarlo… ma non vi brucia qualcosa nelle parti basse, giusto per sapere ?

  2. …ma quali rottamati viola, tutta gente che è voluta andare via, facendo altre scelote di vita, naturalmente più remunerative e più ambiziose; scelte condivisibili, perchè oggi il calcio è questo, ma non si venga a dire rottamati, mandati via, rottura dei rapporti col Ds, per opinioni diverse; l’unico che non ha fatto pressioni o richieste di cessione, è stato Vecino, ma aveva una clausola rescissoria di 24 milioni già esistente…si è presentata l’occasione di andare all’ Iter e ha accettato, rifiutando un rinnovo proposto dalla società: tutto nella norma dei rapporti del calcio, se escludiamo atti di comportamento verso la società, da parte di alcuni, non propriamente professionali.

  3. …ma quali rottamati viola, tutta gente che è voluta andare via, facendo altre scelote di vita, naturalmente più remunerative e più ambiziose; scelte condivisibili, perchè oggi il calcio è questo, ma non si venga a dire rottamati, mandati via, rottura dei rapporti col D

  4. Simpatico ed interessante questo articolo, soprattutto per quelli che non giocano più in Italia!

  5. tello do io il bilancio

    la volpe e l’uva, il gatto e la volpe eccetera

  6. Redazione : Grazie della risposta. Un Saluto.
    Di niente. Redazione

  7. Redazione : non c’entra nulla con questo articolo, ma l’articolo di Bucciantini di ieri sera, perchè è sparito ?
    Perché ha voluto precisare alcune cose. Lo sentiamo in mattinata e poi pubblichiamo l’articolo. Un saluto Redazione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*