Frey e la paura terrorismo: “Salvo per un ritardo”

FreyBursaspor

L’inferno del terrorismo a Nizza ha sfiorato l’ex portiere viola Sebastien Frey, che proprio a Nizza ha la residenza. A Gazzetta.it l’ex numero uno racconta le sue “emozioni” provate nella brutta serata di un paio di giorni fa: “Io in Promenade des Anglais ci vado tutti i giorni a bere il caffè. Ci andavo sempre da ragazzino con mio padre, per le famiglie è un evento bellissimo. Ma ieri (giovedì ndr) sono tornato tardi da Pescara e una volta arrivato a casa ho deciso di vedermi i fuochi d’artificio da lontano, senza andare sul lungomare. Se si può parare la paura? Un tiro lo posso intuire, respingere d’istinto. La follia no, è totalmente imprevedibile. Io eviterò il centro di Nizza per un po’…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Vieni a Moena
    Qui sei al sicuro anche dai tiri!!!!!
    (Non se ne vedono )

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*