Frey: “Sousa tirava le orecchie ai giovani per i massaggi”

L’ex portiere della Fiorentina Sebastien Frey ricorda anche la sua esperienza con Paulo Sousa: “Veramente giocava lui, io no. Era il primo anno all’Inter. Quando l’ho visto adesso non l’ho riconosciuto, ma quanto è magro? Allora era un campione internazionale, bellissimo, c’era la fila delle ragazzine fuori dalla Pinetina. Ed era uno di quelli che mi hanno trasmesso valori di una volta: se vedeva uno dei giovani sul lettino dei massaggi, lo prendeva per un orecchio e lo tirava giù, diceva che i giovani non hanno bisogno di massaggi. Magari ti può sembrare un discorso da caserma, ma certi valori ai giovani vanno trasmessi. Adesso se a fine allenamento chiedi a un ragazzo di raccogliere i palloni ti manda a quel paese. O telefona al suo procuratore per lamentarsi”, ha detto al Corriere dello Sport-Stadio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. …laura, sono d’accordo con te!! …anche se i 40 li ho già passati da un po’, gli occhi ce l’ho ancora!! 😉

  2. Anche adesso non è male , e la fila di quelle ragazzine,diventate quarantenni, c’è ancora.

  3. I giovani sono viziati perché i procuratori, oggi, li vedono solo come soldi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*