Questo sito contribuisce alla audience di

Furto continentale ai danni della Fiorentina

Da sinistra: Alia Guagni e Giulia Orlandi

Maschi o femmine la musica cambia davvero poco per la Fiorentina. La formazione delle Women’s ieri sera ha fatto il suo esordio in Champions League ed è stata letteralmente maltrattata dalla direttrice di gara, la signora Sofia Karagiorgi, cipriota. Un rigore netto non concesso (trattenuta sulla Guagni) e un gol regolarissimo annullato (sempre alla Guagni) fanno gridare al furto continentale. Anche perché con un risultato più corposo rispetto al 2-1 finale la Fiorentina si sarebbe potuta recare in Danimarca con ancora maggiori possibilità di accedere agli ottavi di finale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. E l’allenatore danese ha avuto pure il coraggio di lamentarsi!! Violachannel scandalosamente, nel senso di un fair play che non ha senso di esistere, nelle immagini che ha messo sul sito, non ha fatto vedere il rigore e il gol annullato!! della valle crescete!!! svegliarsi e farsi rispettare!!! poi è vero che i mister ci hanno messo del loro ritardando i cambi e facendo anche loro il modulo con 2 a centrocampo che non convince!!

  2. Sembra evidente che derubare alla maglia viola sia giusto…

  3. Per la Fiorentina è tutto NORMALE i furti sono all’ordine della settimana sia Per la Fiorentina sia Per Fiorentina wome’s. E i fratellini zitti SIETE UNA VERGOGNA CONTINUA.

  4. Certamente non siamo simpatici .Le eterne polemiche ,un po’ di presunzione,l’incapacità di procurarsi appoggi e crediti nel palazzo in Italia ,si riflette anche all’estero .Forse una maggior presenza della proprietà ,il voler portare il brand Firenze e Fiorentina a livello Europeo (almeno) dovrebbe essere più concretamente perseguito Gli industriali toscani e fiorentini avrebbero un ritorno d’immagine molto più concreto ed efficace.

  5. Ma cosa abbiamo fatto di tanto male nella vita?anche in un calcio,come quello femminile,non ancora sotto i riflettori piu’ importanti,un arbitro cipriota ed in avversario norvegese,siamo stati danneggiati,si poteva vincere 4 a 1 e con tante possibilita’ in piu’ per passare il turno.Ma siamo veramente cosi’ odiati?non sara’ mica lo stadio,con pochi tifosi,a non incutere “timori” agli avversari e soprattutto agli arbitri? lo so che e’ discorso assurdo,ma i rigori non datici contro l’Atalanta non li capisco,l’avversario era,con tutto il rispetto,solo l’Atalanta o ci vogliono danneggiare a prescindere ed anche in maniera indiretta,cioe’ ci negano la possibilita’ di fare punti contro chiunque,cosi a fine campionato,eventuali posizioni in classifica sarebbero a vantaggio delle stesse(magari strisciate).Se a tutto questo,un certo arbitro Pairetto,torinese,a conoscenza dei rapporti non idilliaci con i gobbi e assolutamente non amante dei colori viola,cosa vi aspettereste da uno cosi….Per questo che e’ tutta una mafia questo calcio,e non sempre i comportamenti arbitrali sono il risultato di motivazioni venali,ma sono anche il risultato di situazioni emotive da parte degli arbitri che ti danneggiano regolarmente,specialmente se l’ ambiente non incute rispetto.

  6. Da Ovrebo a oggi è unn’è cambiato nulla in Europa. Certe federazioni e contano più che l’italietta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*