Questo sito contribuisce alla audience di

Galli: “La Fiorentina non può fare la guerra alla Roma con gli stuzzicadenti. Il crollo della ripresa determinato da…”

L’ex portiere e dirigente della Fiorentina, Giovanni Galli, ha dato la sua chiave di lettura della sconfitta viola contro la Roma, dichiarando a Lady Radio: “Per reggere il passo e per essere all’altezza della Roma, la Fiorentina ha consumato tante energie fisiche e psichiche nel primo tempo e questo ha causato il crollo nella ripresa. Questi hanno sbriciolato il Chelsea tre giorni fa e non possiamo fare certo la guerra con gli stuzzicadenti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. in campo serve più concentrazione e grinta!!

  2. Corvino si dovrebbe dimettere. Vergogna! Non cambierà nulla. Tanto per i Della Valle l’importante è vivacchiare, senza sborsare soldi di tasca propria. Vergognatevi. La Fiorentina e i suoi tifosi non sono abituati a vivacchiare e non vogliono vivacchiare. Bisogna contestare, pacificamente, la società con ogni forma e in ogni contesto. Se ne devono andare da Firenze questi spocchiosi marchigiani. Hanno il demerito di aver rovinato una passione. Molti tifosi si sono stancati di questa situazione e non seguono la squadra nello stadio e in Tv. La cosa che mi fa soffrire di più è vedere il Franchi semivuoto. Non c’è gente allo stadio e quelli che ci vanno si fanno sovrastare, nel tifo, dalle tifoserie avversarie. Che tristezza.

  3. Con tutti i soldi spesi in commissioni per i procuratori forse è meglio mandare loro in campo … chi sa, magari son più forti.

  4. Chi e’ piu’ forte ti fa correre tanto e poi ti colpisce…e’ cosi’ in tutti gli sport,sembrava che la Fiore avesse giocato martedì invece di loro.Le categorie esistono e quando da una societa’ si vuol scappare,i bravi non vogliono venire,si fa plusvalenza e siamo incapaci a fare scouting mentre si spende per intermediari,il posto che occupiamo e’ consono alle nostre possibilita’ se non migliore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*